Lazio, i titolari sono stanchi e c’è il rimpianto Giroud

Lazio Inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Il pareggio contro l’Hellas Verona ha portato alla luce tutti i limiti della Lazio: rosa corta e mancanza di alternative

Il pareggio casalingo della Lazio contro l’Hellas Verona ha messo in luce tutti i difetti e i limiti della squadra di Inzaghi.La rosa biancoceleste, come spiega La Gazzetta dello Sport, ha denotato problemi sulla completezza dell’organico in occasione di infortuni e squalifiche.

Il valore di molti titolari è risultato ben distante da quello delle alter- native. Mercoledì sera sono finiti in riserva di carburante gli esterni Lulic e Lazzari: Inzaghi ha inserito Jony e Marusic, che era al rientro dopo più di tre mesi di stop per guai muscolari. L’undici base di Inzaghi ha accumulato 18.013 minuti. Sin troppo evidente il divario con l’Inter (15.873’) e la Juventus (15.547’), a segnalare il maggior carico di sforzi dei titolari della Lazio. In più c’è il rimpianto Giroud. Il francese avrebbe garantito un ricambio all’altezza per far rifiatare Immobile o Caicedo.