Le spalle di Lozano a sorreggere il Napoli: a destra o a sinistra, non fa differenza

Iscriviti
Lozano
© foto Lozano Napoli_Empoli (Twitter ufficiale Napoli)

Anche in Coppa Italia contro l’Empoli, Lozano è stato l’uomo chiave per il Napoli. E Gattuso non può farne a meno

Hirving Lozano non è un gigante fisicamente, ma la sue spalle hanno abbastanza forza da poter reggere questo Napoli in difficoltà. Anche in Coppa Italia contro l’Empoli, il messicano è stato l’uomo che ha tenuto in piedi e salvato la squadra azzurra. Un assist per l’1-0, con una splendida incursione dalla sinistra e un delizioso cross d’esterno, e il gol per il 2-1 che è una vera e propria perla balistica. Con le due prodezze in coppa, il Chucky raggiunge quota 9 reti e 4 assist in 21 presenze in questa stagione. Un bottino ricchissimo per quello che solo un anno fa veniva definito come un bidone. Gattuso lo ha preso sotto la sua ala protettiva, lo ha sempre difeso dagli attacchi esterni e ora gode appieno delle giocate di Lozano.

ESTERNO SENZA FASCIA – Già dal ritiro estivo di Castel di Sangro, l’allenatore del Napoli rispondeva alle domande sul messicano allo stesso modo: «Non si muove, ho fiducia in lui». Una fiducia ripagata in tutto e per tutto, tanto che il tecnico non si priva dell’ex PSV neanche in Coppa Italia contro una squadra di una categoria minore. E a dare un valore aggiunto alle incredibili qualità di Lozano è il fatto di poter giocare senza difficoltà su entrambe le fasce d’attacco. Nasce esterno destro certo, ma Gattuso, compresa la partita di ieri, non se ne preoccupa e lo schiera anche a sinistra. E il Chucky, come fanno i grandi calciatori, non se ne preoccupa. Allaccia gli scarpini, si posiziona nella zona di campo assegnata e fa quello che gli riesce meglio: incantare. Sono ormai lontani i tempi in cui Lozano veniva affossato dalla critica e adesso, quei 38 milioni spesi un anno e mezzo fa non pesano più così tanto. Anzi, sono considerati un affare.