Maran: «La squadra ha messo in campo ordine e personalità»

maran
© foto A. C. Chievo Verona

Mister Maran è soddisfatto del pareggio ottenuto ieri dal suo Chievo sul campo del Torino. Ma adesso lo preoccupa l’infortunio a Castro.

Il Chievo torna da Torino con un buon pareggio consapevole di aver saputo frenare le incursioni avversari e che ha anche giocatori di qualità a cui affidarsi nei momenti di difficoltà. Questo sottolinea mister Rolando Maran a fine partita, quando, in sala stampa, riceve anche i complimenti dei giornalisti di Torino per le caratteristiche tecniche messe in mostra contro la formazione di Mihajlovic.

«E’ un pareggio giusto, entrambe le squadre hanno cercato di superarsi, noi a tratti abbiamo fatto un buon calcio. E’ difficile spiegare il calcio di rigore, perchè gli episodi da rigore visti in un monitor sono diversi e possono trarre in inganno. Io credo e sostengo da tempo che per i rigori dovremo fidarci dell’occhio dell’arbitro. Sull’espulsione c’è stata una pallonata e una reazione ma è stato espulso sono Radovanovic, ma non è su questi episodi che dobbiamo parlare. Dobbiamo andare oltre e focalizzarci sulle cose che abbiamo fatto bene. Come la personalità con la quale abbiamo affrontato la partita non dando per lunghi tratti la possibilità al Torino per attaccare. In quei 10 minuti in cui abbiamo sbagliato loro hanno trovato il gol. Il Toro è una squadra che ha una grande qualità e noi abbiamo cercato di frenare i loro rifornimenti. In alcuni momenti non si  ci siamo riusciti e lì è uscita la qualità del Torino. La squadra ha messo in campo ordine, sacrificio e personalità; siamo riusciti a fare trame di gioco notevoli e non siamo mai andati in affanno anche se in 10. Se voi dite che siamo stati bravi mi fa piacere e lo dirò ai giocatori. Nel secondo tempo con Hetemaj potevamo raddoppiare e Sorrentino è stato grande su quel rigore. Sono contento di Sorrentino perchè ha fatto una parata che ha salvato il risultato, e ha dovuto fare altre parate, ma non dite che è stato un tiro al piccione. Il Torino non ha avuto molte occasioni e questo è merito la squadra».

Preoccupa invece l’infortunio a Castro che rischia di rimanere fuori per qualche settimana. «Castro ha sentito il ginocchio ballerino, vedremo domani. Lui è un giocatore importante, aveva appena preso un palo avevamo trovato la quadra. Poi, dopo la sua uscita dal campo, è entrato un giocatore fresco e abbiamo dovuto riassettare tutto. Comunque va detto che Bastien ha fatto una buona partita».

A Maran poi chiedono cosa ne pensi della prestazione di Belotti, sul quale c’erano puntato molti occhi, dopo l’eliminazione della nazionale dai mondiali di Russia 2018. «Penso che per tutti i giocatori che sono stati eliminati sia un peso enorme. Lo è stato per noi sportivi che abbiamo visto la partita da casa, immagino per loro. Non posso però giudicare lo stato d’animo e la prestazione degli altri, ma solo perchè preferisco giudicare i miei, non perchè non lo voglio fare».