Milan, le due anime che dividono il club sono alla resa dei conti

Milan
© foto www.imagephotoagency.it

Maldini e Boban, a capo dell’area tecnica, vogliono capire quello le intenzioni che l’a.d. Gazidis ha per la prossima stagione

Le voci su Ralf Rangnick sono l’esempio lampante della confusione che regna all’interno del Milan. Da una parte Maldini e Boban (a capo dell’area tecnica) dall’altra l’amministratore delegato Ivan Gazidis.

Come riporta La Gazzetta dello Sport queste due anime dividono il club e molto presto ci sarà un incontro chiarificatore tra le parti per capire cosa la proprietà milanista lascerà fare ai due dirigenti. I nodi da sciogliere sono tanti, a partire dai rinnovi (si cerca una visione comune…) passando per Ibrahimovic fino a Pioli (che per blindare se stesso avrebbe bisogno di un quarto posto). Un chiarimento collettivo sulla questione allenatore risulta necessario.

La Rosea spiega che il nodo vero sta nelle diverse filosofie e nel diverso modo di intendere il Milan: Boban e Maldini hanno il club sottopelle, l’a.d. Gazidis ha sempre sostenuto di voler rispettare la storia, ma invoca modelli che non sono adattabili al blasone, per quanto un po’ sbiadito, del Milan. E l’interesse per Rangnick va in direzione opposta al concetto di Milan italiano nell’anima che piace ai due grandi ex.