Milan, Fassone: «Jorge Mendes? Ecco di cosa abbiamo parlato. Su Bacca…»

fassone inter
© foto www.imagephotoagency.it

Intercettato prima del sorteggio, l’ad Mirabelli parla del mercato del Milan e apre a nuovi acquisti. Ecco le sue nuove parole – ore 20.40

Marco Fassone, ad del Milan, ha parlato a “Sky Sport” dopo il sorteggio. Tanti gli argomenti affrontati: «Stiamo volando tanto ma non promettiamo altri colpi. Osserviamo la squadra in queste prime partite e se ci sarà bisogno interverremo ad agosto. Non c’è quasi mai calma nel calcio ma quello che volevamo fare a maggio-giugno lo abbiamo fatto. Ora abbiamo questi 35 giorni e vedremo il da farsi. Jorge Mendes? Abbiamo parlato con lui di alcuni assistiti sul breve e sul medio periodo. Ha tanti elementi interessanti nella sua scuderia, vediamo se potrà nascere qualcosa. Bacca? Non so se ha la valigia in mano. In questo momento alcuni fanno fatica ad entrare in lista, bisogna fare delle scelte. Chi può avere meno spazio può andare via. Cose concrete per Bacca? Non c’è nulla di concreto al momento. Un colpo o due? Magari anche nessuno perché la squadra è buona già adesso. Potrebbe arrivare un nuovo colpo, magari due, vedremo. Devo essere prudente e oculato nel fare le prossime scelte perché abbiamo già speso tanto».

Milan, Fassone: «Sentiamo il calore della gente. E su Diego Costa…» – ore 19.05

Quando mancano pochi minuti al sorteggio del calendario del prossimo campionato di Serie A, l’ad del Milan Marco Fassone è stato intercettato dai microfoni di Sky Sport all’entrata della sede milanese della Lega Calcio: «Speriamo di aver fatto il nostro sul mercato comprando i giocatori giusti ma sappiamo di correre un rischio acquistando dieci nuovi giocatori. Siamo convinti del valore di Montella e sappiamo che li farà rendere al meglio». Incalzato dalle domande dei giornalisti si lascia scappare un commento su Diego Costa: «Ottimo giocatore, siamo andati da Mendes ma per adesso è del Chelsea. Sanchez?Stiamo valutando tante opzioni. Dobbiamo capire come investire».

Il Milan domani giocherà nel preliminare di Europa League e anche se non è l’Europa che conta Fassone prende molto sul serio l’impegno: «Dopo 31 anni di gestione Berlusconi non era facile ma siamo contenti di essere tornati su un palcoscenico importante. Sentiamo il calore della gente e la prova sono i 41mila biglietti venduti per la gara di ritorno contro il Craiova che è una squadra con un blasone non di primo piano, ma i tifosi ci sono vicini».