Moggi risponde a Caressa: «Ci vedremo in Tribunale. Anche lui aveva un accordo con la Gea»

Iscriviti
luciano moggi
© foto Luciano Moggi

Prosegue la polemica a distanza tra Fabio Caressa e Luciano Moggi. L’ex dirigente della Juventus minaccia una querela e passa all’attacco

La diatriba a distanza tra Fabio Caressa, direttore di Sky Sport, e Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus, potrebbe avere una nuova fase, in tribunale. Il giornalista, nel corso di un incontro con gli studenti della Bocconi, ha svelato di essere stato vicino al licenziamento nel 2004/2005 dopo una telecronaca a Bologna, nel match con la Juventus, ma Lucianone non ci sta e preannuncia battaglia. L’ex dirigente bianconero è intervenuto a “Libero” annunciando querela nel suo pezzo “La mia verità su Caressa” per le dichiarazioni del giornalista: «Dispiace dover accusare di falsità un professionista che ho sempre stimato: non posso però fare diversamente. Troppo facile sparlare degli assenti, soprattutto di persone che hanno subito di tutto senza aver commesso illeciti in un campionato che il processo sportivo ha detto essere regolare. Caressa dovrà difendersi di fronte a un giudice, dovrà dimostrare se sia vero quello che ha detto. Cipriani non è mai stato legato alla Gea, l’arbitro Pieri fu assolto. Non ho mai detto a qualcuno di licenziare Caressa e Bergomi, sono abituato ad affrontare le persone direttamente. Sarà chiamato in tribunale a spiegare quanto affermato. Sarebbe interessante che spiegasse anche l’accordo che era stato raggiunto nel 2005 tra la società 09, lui e la Gea che adesso dipinge come male del calcio».