Napoli, è Theo Hernandez il sogno per la fascia sinistra

theo hernandez real madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Il Napoli sogna Theo Hernandez del Real Madrid e ne parla con l’agente che è lo stesso di Albiol e Callejón

22 anni da compiere in ottobre e già 89 presenze da professionista in carriera. I costi sono elevati, la concorrenza folta, l’occasione d’oro. È Theo Hernandez, di proprietà del Real Madrid ma in prestito per questa stagione alla Real Sociedad, il sogno di mercato del Napoli per la fascia sinistra.

Il club di De Laurentiis non ha necessità impellente di un laterale mancino, ma con un Mario Rui probabilmente in uscita e un Ghoulam che ancora non è mai tornato ai livelli del periodo precedente al doppio grave infortunio, il Napoli medita il colpo da salto di qualità. Con l’avvento di Ancelotti i terzini azzurri hanno di fatto cambiato mestiere rispetto al tipo di lavoro che gli chiedeva Sarri. Gli esterni alti stringono ed è a quelli bassi che compete tutta l’ampiezza. Serve gamba, spinta, velocità, qualità nell’uno contro uno e tanta precisione nei cross per la testa di Milik o, perché no, del bomber che verrà. Identikit che porta per filo e per segno alle caratteristiche dell’ex canterano dell’Atletico Madrid su cui il Real decise di investire strappandolo ai cugini dopo esser rimasto impressionato dal suo rendimento nella stagione in prestito all’Alaves. Alla casa blanca per il francese di origine iberica ha fatto fatica ad affermarsi e ora il club di Florentino sarà chiamato a una campagna acquisti di primo livello per riscattare una delle stagioni più deludenti vissute sotto la sua presidenza. Servono nomi e serve budget, troppo difficile per un giovane farsi spazio in questo scenario.
Theo Hernandez è finito così sul mercato, base d’asta sui 25 milioni di euro che potrebbero salire fino a 30. Il Napoli ha già fatto più di una chiacchierata con il suo manager Manuel Garcia Quilon, lo stesso di Albiol e Callejón e che a Napoli portò anche Reina e soprattutto Rafa Benitez: inutile dire che i rapporti siano ottimi e la tradizione positiva, così come ottimi dai tempi dell’operazione Higuain sono i rapporti tra De Laurentiis e Florentino. Al momento siamo ancora nell’ambito sondaggi, nessuna trattativa in corso, anche perchè prima il mercato del Napoli passerà dalle cessioni che chiariranno al meglio i dubbi sul budget e le necessità primarie. Comunque vada, come più volte ribadito, il Napoli non prenderà giocatori da 10 milioni di stipendio annuo ed è quindi solo attraverso l’individuazione dei migliori giovani dal potenziale ancora inespresso del panorama europeo e mondiale che gli azzurri potranno provare a fare il tanto agognato salto di qualità al fine di essere maggiormente competitivi con la Juventus il prossimo anno. Theo potrebbe essere uno di quei profili.