Oddo: «Domani contro il Perugia dobbiamo giocare come contro il Napoli»

udinese oddo
© foto Calcionews24

Nel pre-partita del turno di Tim Cup, il mister bianconero conferma Scuffet tra i pali, ma continua a mantenere stretto riserbo sul suo modulo preferito.

Una partita importante, da dentro o fuori contro un avversario sulla carta più debole, ma mister Massimo Oddo non ci crede e invita tutti a non sottovalutare l’impegno di Coppa Italia, anche perchè vincere vuol dire passare il turno e non è previsto un altro risultato.

«Dobbiamo giocare come con il Napoli. Nel calcio contano tecnica, tattica ma soprattutto contano mentalità e voglia. La squadra sta bene fisicamente. Sinceramente mi sarei aspettato un calo nei minuti finali contro il Napoli, che invece non c’è stato. Domani contro il Perugia qualcosa cambierò, ma non mi piace parlare di turn-over. Chi va in campo è perchè mi da garanzie, non per sostituire qualcuno. Quando c’è un cambio di allenatore tutti si vogliono mettere in luce, quindi magari i più giovani danno di più, ed è giusto così. Nel calcio moderno contato gli inserimenti, non il numero di giocatori che schiero in attacco».

«Il Perugia è una squadra che ha qualità soprattutto dal centrocampo in su. Noi dobbiamo dimostrare di essere superiori sul campo, non a parole o sulla carta.  Le motivazioni che avranno loro saranno altissime perchè affrontano una squadra di categoria superiore e ci tengono a fare bella figura».

E poco annuncia sulla sua filosofia di gioco, su cui mantiene il silenzio. «Mi piacciono giocatori che pensano, che sanno trovarsi gli spazi e che sanno dialogare con i compagni. Dovremo essere bravi a portare i giocatori a fare più cose, ma non si può decidere di rimanere fermi in un modulo. Più i giocatori sanno relazionarsi e collaborare con i compagni più ne uscirà una manovra fluida e bella da vedere».

Sul fronte conferme Oddo continua a non sbilanciarsi. Un solo nome tra i titolari: «Domani gioca Scuffet trai pali, poi vedremo. Angella invece non è convocato, sta bene ma non è in grado di affrontare la partita. A centrocampo vedremo chi inserire e come gestire i giocatori. Poi per il fine settimana torna anche Hallfredsson che ci darà un grande aiuto».