Palermo, Tuttolomondo: «Non iscritti per un problema telematico»

palermo
© foto www.imagephotoagency.it

Il Palermo non si è iscritto in Serie B per un errore telematico, almeno secondo la società: le parole di Tuttolomondo

Ancora caos in casa Palermo. La società rosanero non ha depositato in tempo i documenti per l’iscrizione in Serie B e per questo motivo è stata esclusa. I dirigenti si sono però giustificati facendo appello ad un problema telematico che avrebbe impedito di inviare la documentazione in orario. Salvatore Tuttolomondo, direttore finanziario di Arkus Network, ha spiegato così la situazione fuori dal Barbera.

MANCATA ISCRIZIONE – «Non solo abbiamo pagato tutte le pendenze funzionali per ottenere l’iscrizione, il problema è nato per motivi a noi attribuibili per il rilascio della fideiussione assicurativa che più di 10 giorni fa abbia richiesto pagando il corrispettivo. Abbiamo ricevuto una prima comunicazione alle 21.10, con la Lega B già informata, indirizzata da intermediario assicurativo e a noi come Città di Palermo in copia in cui diceva che sarebbe stata rilasciata nelle prossime ore a causa di un problema della piattaforma tecnologica. Li abbiamo inseguiti e alle 23.59 hanno fatto un’ulteriore e-mail dove attestano alla Lega B che la fideiussione è in corso di rilascio e allegano anche il testo della fideiussione assicurativa. Nelle prossime ore, salvo errori, dunque arriverà la fideiussione e automaticamente la invierà alla Lega che non potrà eccepire qualcosa. Posso confermare che la città di Palermo è iscritta al prossimo campionato di Serie B 2019/20. La fideiussione è già stata attivata, arriverà il documento cartaceo che è già stato anticipato dalla compagnia alla Lega di Serie B».