Pecchia: «Al Chievo invidio la serenità con cui affronta le partite»

pecchia verona
© foto Calcionews24

Dopo la vittoria in campionato con il Sassuolo, l’Hellas di Pecchia deve affrontare il derby di Coppa Italia contro i cugini del Chievo.

Si parte da un’analisi della partita di campionato vinta sabato contro il Sassuolo e poi si passa all’analisi delle insidie legate al derby di Coppa Italia contro il Chievo Verona. Fabio Pecchia non si sottrae mai a nessuna domanda in vista del match di domani, ma una cosa ci tiene a sottolinearla: va riscattato il risultato del derby in campionato che proprio non gli è andato giù.

«In campionato i giochi sono apertissimi. Dovremo guardare la classifica a maggio. Adesso il mio obiettivo è pensare a consolidare la squadra dal punto di vista tattico e psicologico. A Bergamo e Sassuolo abbiamo fatto due partite simili, se avessimo avuto la forza di fare gol avremo parlato di cose diverse. In attacco cambio molto, abbiamo giocato con Cerci e Kean, poi con Pazzo e Cerci. Al di là degli uomini devo dare stimolo a tutta la rosa e a tutto il gruppo. Non mi interessa chi gioca, ma l’anima della squadra che vuole giocare per vincere, fare risultato ed essere rabbiosa nel trovare il gol, indipendentemente da chi scende in campo».

«Il fatto di subire pochi gol nelle ultime partite, mi dà fiducia e la deve dare anche alla squadra. Ma è fondamentale ricercare il gol mantenendo un certo equilibrio e di quest sono felice. Io ho fiducia in tutti anche in quelli che scendono poco in campo. Questa è un’opportunità per tutti e maggiormente per loro e mi aspetto tanto da loro e tutti faranno bene perchè li vedo in settimana che lavorano al meglio. Oltretutto domani avremo uno stimolo in più perchè è un derby e perchè il risultato della partita di campionato c’è rimasto un po’ indigesto. Affronteremo la partita contro una squadra che ha le sue qualità ben consolidate, una squadra che sa gestire le situazioni, una squadra esperta che noi dobbiamo raggiungere quanto prima. Al Chievo invidio un po’ la consapevolezza di giocare con maggiore serenità. E’ comunque una partita che va giocata per il massimo risultato».