Pecchia: «Non abbiamo l’obbligo di vincere, ma la voglia di vincere»

pecchia verona
© foto Calcionews24

Il tecnico dell’Hellas invita i suoi giocatori a mettere in campo la determinazione e il carattere dimostrati contro il Torino.

Nel posticipo di lunedì sera contro il Benevento, l’Hellas Verona di Fabio Pecchia deve dimostrare di essere in grado di sostenere e mantenere la serie A, ma non ditegli che si tratta della partita della vita. «Per me la partita contro il Benevento vale comunque 3 punti. Giochiamo in casa contro una neo promossa che già abbiamo affrontato lo scorso anno. Io dico sempre che noi non dobbiamo avere l’obbligo di vincere, ma invece dobbiamo avere la voglia di vincere, la voglia di fare punti, di fare risultato».

E proprio contro il Benevento lo scorso anno l’Hellas giocò la partita più bella dell’intero campionato. «Si, la partita più bella della nostra stagione lo scorso anno è stato proprio quella con Benevento. In inferiorità numerica dai primi minuti abbiamo giocato in maniera davvero pregevole. Anche il ritorno è stato bello e vibrante. Lunedì mi auguro di vedere il mio Verona ancora più bello e più forte di quello dello scorso anno».

«Questa sosta per noi è stata da una parte negativa, perchè stavamo vivendo un buon momento dopo il pari col Torino, ma allo stesso tempo anche positiva perchè siamo usciti da Torino un po’ acciaccati quindi ci va bene cosìContro il Torino abbiamo avuto 3 palle importanti nei primi 20 minuti senza rischiare nulla. Siamo però andato all’intervallo sotto di due gol in maniera molto immeritata. Siamo poi stati bravi a rimetterci in pari. Chiunque entra in campo deve dare il massimo. Pazzini mi è piaciuto molto contro il Torino, quando è entrato ha dato un grandissimo contributo. Io chiedo a tutti i miei giocatori di essere determinanti e lo devono fare indipendentemente che giochino 90 minuti o 15».

Una partita che deve essere vinta a tutti i costi perchè il Benevento è ultimo in classifica e non ha mai vinto in questa stagione. «I numeri contano fin ad un certo punto. Il Benevento che ho visto è una squadra viva, in salute, noi per fare risultato dobbiamo essere più decisi e più determinati di come lo siamo stati a Torino. in quella partita abbiamo avuto la voglia e la forza di insistere e raggiungere il risultato. alla fine anche lunedì la differenza la farà questo, la voglia di raggiungere il risultato».