Pobega: dal presente con Spezia e Under 21 al futuro “segnato” dal Milan

Iscriviti
© foto Tommaso Pobega

Tommaso Pobega questa sera farà il proprio esordio con la Nazionale Under 21 contro l’Islanda. Scopriamolo meglio

Tommaso Pobega si appresta a vivere una delle nottate più emozionanti della propria carriera: l’esordio con l’Italia Under 21 contro l’Islanda. Un bel traguardo che si accoda a quegli già raggiunti nel corso di questa stagione dove, con la maglia dello Spezia, è diventato il più giovane marcatore della Serie A con almeno due reti all’attivo dopo lo juventino Kulusevski.

Eppure l’acerba carriera ad alti livelli per Tommaso Pobega è iniziata già l’anno scorso con l’ ottima stagione vissuta in Serie B vestendo il neroverde del Pordenone. Con il club friulano il classe ’99 ha raccolto 34 presenze realizzando 6 gol e 4 assist oltre che la stima dell’attuale dirigenza del Milan che già lo scorso agosto gli ha fatto sottoscrivere un rinnovo fino al 2025.

CARATTERISTICHE – Mezz’ala potente fisicamente, è alto 188 centimetri, è dotato anche di un’ottima visione di gioco oltre che di un’innata qualità nell’inserimento senza palla che gli ha permesso di realizzare ben 8 reti nelle ultime 40 gare disputate. «Sicuramente il ruolo di mezzala sinistra è quello in cui mi trovo più a mio agio – ha detto Pobega in esclusiva a Milan News 24 –  ma non ho nessun problema a mettermi nelle mani dell’allenatore e far scegliere a lui la posizione più idonea».

Il presente tra Spezia e Nazionale Under 21

Con i bianconeri di Vincenzo Italiano il giovane triestino ha già dimostrato di essere un giocatore di categoria totalizzando 2 reti in appena 6 presenze al suo primo anno in massima serie. Bottino che gli ha permesso di guadagnarsi anche la chiamata di Nicolato.

LA NAZIONALE – Questa sera in Islanda Tommaso Pobega farà con grande probabilità il proprio esordio con la Nazionale Under 21 dell’Italia sostituendo il rossonero Tonali tornato ieri con la rappresentativa maggiore.

Futuro al Milan

Tommaso Pobega in estate è stato ceduto dal Milan in prestito allo Spezia con diritto di riscatto ma sul cartellino del giocatore i rossoneri hanno voluto ugualmente tenere aperta anche la possibilità di un contro-riscatto. Riguardo ad un proprio futuro in rossonero lo stesso classe ’99 ai nostri microfoni lo scorso aprile si era così espresso: «Senza dubbio, sarebbe un grande onore fare parte del progetto del Milan. Riguardo all’essere pronto, sono convinto che fino a che non ti cimenti in qualcosa, non puoi sapere se lo sei o meno; sono sicuro che se dovesse presentarsi l’occasione, lavorerò al mio massimo per essere all’altezza».