Probabili formazioni Serie A: guida alla 36ª giornata

diego perotti inter-roma
© foto www.imagephotoagency.it

Probabili formazioni Serie A, guida alla 36ª giornata: squalificati, infortunati, indisponibili, titolari e panchinari. Le ultimissime notizie e gli aggiornamenti

Fiorentina-Lazio (sabato, h 18.00)

FIORENTINA: Pochi dubbi per Sousa, che però deve far fronte all’assenza per squalifica di Gonzalo Rodriguez oltre al problema muscolare che ha bloccato Badelj contro il Sassuolo. In difesa torna Astori, Ilicic trequartista con Bernardeschi dietro Kalinic e Borja Valero arretrato in mezzo al campo.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu, Tomovic, Sanchez, Astori, Chiesa, Vicino, Borja Valero, Tello, Bernardeschi, Ilicic, Kalinic. A disposizione: Sportiello, Dragowski, De Maio, Salcedo, Olivera, Milic, Saponara, Cristoforo, Mlakar, Hagi, Babacar. Allenatore: Paulo Sousa.

LAZIO: Biancocelesti che hanno blindato l’accesso all’Europa, quindi probabile utilizzo limitato dei titolarissimi a causa della finale di Coppa Italia con la Juve che incombe (mercoledì 17 maggio). Non convocati per la trasferta di Firenze sia Milinkovic-Savic sia De Vrij, arruolabile invece Parolo in mezzo. Davanti si profila un posto in panchina per Immobile, con occasione dal 1’ per Djordjevic. Verso l’esclusione anche Felipe Anderson, con la soluzione Patric dall’inizio.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, Hoedt, Radu; Patric, Parolo, Murgia, Lukaku; Luis Alberto, Keita; Djordjevic. A disposizione: Vargic, Basta, Wallace, Lulic, Felipe Anderson, Crecco, Biglia, Immobile, Tounkara, Lombardi. Allenatore: Simone Inzaghi.

Atalanta-Milan (sabato, h 20.45)

ATALANTA: Non ci sono cambiamenti in vista per Gasperini, intenzionato a proporre il solito 3-4-3 con Kurtic e Gomez a sostegno di Petagna, ex della sfida con il Milan nella “prima” dello stadio Atleti Azzurri d’Italia di proprietà dei Percassi. Sulla destra torna Conti, obiettivo di mercato proprio dei rossoneri. In dubbio Kessié, favorito Cristante.

Atalanta (3-4-3): Berisha; Caldara, Toloi, Masiello; Conti, Cristante, Freuler, Spinazzola; Kurtic, Petagna, Gomez. A disposizione: Gollini, Bastoni, Hateboer, Melegoni, Paloschi, Grassi, Migliaccio, Kessié, Raimondi, Mounier, Pesic. Allenatore: Gasperini.

MILAN: Montella è costretto a inventarsi la difesa, dato che Paletta è squalificato e Romagnoli è ancora ko. Gomez titolare quindi, con Zapata e De Sciglio in un’inedita retroguardia a tre. Kucka e Vangioni sulle fasce, in attacco riproposto Lapadula anche se l’alternativa Bacca resta viva. Attesa per il rientro di Montolivo.

Milan (3-5-2): Donnarumma; Zapata, Gomez, De Sciglio; Kucka, Sosa, Montolivo, Pasalic, Vangioni; Lapadula, Deulofeu. A disposizione: Storari, Plizzari, Poli, Sosa, Bertolacci, Antonelli, Locatelli, Honda, Bacca. Allenatore: Montella.

Inter-Sassuolo (domenica, h 12.30)

INTER: Stefano Vecchi è pronto a proporre il 4-4-1-1, modulo con cui dovrebbe esordire al posto dell’esonerato Stefano Pioli: Out Medel (squalificato) e l’infortunato Miranda, Andreolli sarà confermato al centro della difesa con il rientrante Murillo. A centrocampo, con Kondogbia out per squalifica, aria di rilancio per Brozovic al fianco di Gagliardini. Davanti, Joao Mario in pole su Banega. Torna disposizione Ansaldi, che potrebbe scalzare Nagatomo.

Inter (4-4-1-1): Handanovic; D’Ambrosio, Murillo, Andreolli, Nagatomo; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Perisic; Joao Mario; Icardi. A disposizione: Carrizo, Berni, Ansaldi, Sainsbury, Yao, Santon, Banega, Biabiany, Palacio, Gabigol, Eder. Allenatore: Stefano Vecchi.

SASSUOLO: Lunga la lista degli assenti anche per Di Francesco, oltre allo squalificato Ragusa mancheranno infatti Pomini, Pegolo, Gazzola, Mazzitelli e Pellegrini. Problemi soprattutto a centrocampo quindi, con Biondini dall’inizio, mentre in attacco ci saranno l’obiettivo di mercato nerazzurro Berardi e Politano alle spalle di Defrel.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Sensi, Missiroli; Berardi, Defrel, Politano. A disposizione: Costa, Vitali, Adjapong, Letschert, Dell’Orco, Antei, Ricci, Aquilani, Magnanelli, Iemmello. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

Bologna-Pescara (domenica, h 15.00)

BOLOGNA: Donadoni dovrà fare i conti con le assenze dello squalificato Gastaldello e degli infortunati Nagy e Viviani. Recuperati sia Torosidis sia Di Francesco, da valutare gli acciaccati Viviani e Masina. Non convocato ovviamente Dzemaili, già a Montreal.

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, Maietta, Oikonomou, Masina; Taider, Pulgar, Donsah; Verdi, Destro, Krejci. A disposizione: Da Costa, Sarr, Helander, Mbaye, Torosidis, Rizzo, Di Francesco, Petkovic, Okwonkwo. Allenatore: Roberto Donadoni.

PESCARA: Ospiti ultimi e già retrocessi, Zeman non avrà a disposizione Benali (squalificato per 3 giornate), così come gli infortunati Campagnaro e Stendardo. A centrocampo potrebbe rivedersi Muntari.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Bovo, Biraghi; Memushaj, Verre, Muntari; Brugman, Cerri, Caprari. A disposizione: Bizzarri, Crescenzi, Coda, Milicevic, Cubas, Coulibaly, Kastanos, Mitrita, Muric, Bahebeck, Gilardino. Allenatore: Zdenek Zeman.

Cagliari-Empoli (domenica, h 15.00)

CAGLIARI: Nei rossoblù a rischio Pisacane, in mezzo al campo invece probabili Tachtsidis in regia e Joao Pedro dietro a Borriello. Per la’ltro posto in avanti, ballottaggio tra Farias (favorito) e Sau.

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Isla, Bruno Alves, Salamon, Murru; Barella, Tachtsidis, Ionita; Joao Pedro; Farias, Borriello. A disposizione: Gabriel, Capuano, Pisacane, Miangue, Deiola, Di Gennaro, Faragò, Padoin, Sau, Han. Allenatore: Massimo Rastelli.

EMPOLI: Di fianco a Bellusci dovrebbe essere confermato Costa, mentre sarà indisponibile fino alla fine della stagione Marilungo (problema a un ginocchio). Si lavora per recuperare gli acciaccati Croce, Laurini e Krunic.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Veseli, Bellusci, Costa, Pasqual; Josè Mauri, Dioussé, Croce; El Kaddouri; Thiam, Pucciarelli. A disposizione: Pelagotti, Zambelli, Pugliesi, Dimarco, Barba, Laurini, Cosic, Tello, Krunic, Zajc, Jakupovic, Maccarone. Allenatore: Giovanni Martusciello.

Crotone-Udinese (domenica, h 15.00)

CROTONE: Torna a disposizione Falcinelli, che prenderà il posto di Simy mentre sarà indisponibile lo squalificato Capezzi. Convalescenti Nalini (febbre) e Stoian (problemi fisici) potrebbe toccare a Tonev trovare un posto da titolare a sinistra.

Crotone (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Crisetig, Barberis, Tonev; Falcinelli, Trotta. A disposizione: Festa, Cuomo, Dussenne, Sampirisi, Claiton, Mesbah, Kotnik, Suljic, Nalini, Simy, Acosty. Allenatore: Nicola.

UDINESE: A centrocampo Delneri potrebbe dare fiducia a Balic, complice la squalifica di Hallfredsson. Ballottaggio tra Badu e Kums per un posto in mediana, non preoccupa Perica che anzi potrebbe scalzare Thereau.

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Adnan; Badu, Balic, Jankto; De Paul, Zapata, Perica. A disposizione: Scuffet, Perisan, Gabriel Silva, Heurtaux, Angella, Kums, Lucas Evangelista, Hallfredsson, Matos, Ewandro, Thereau. Allenatore: Luigi Delneri.

Palermo-Genoa (domenica, h 15.00)

PALERMO: Nestorovski torna al centro dell’attacco, indisponibili invece Gazzi dopo l’infortunio alla spalla e Jajalo per squalifica. A destra torna Rispoli, che ha smaltito l’influenza.

Palermo (3-4-2-1): Fulignati; Goldaniga, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli, Bruno Henrique, Chochev, Aleesami; Diamanti, Sallai; Nestorovski. A disposizione: Posavec, Marson, Cionek; Sunjic, Vitiello, Morganella, Pezzella, Trajkovski, Lo Faso, Balogh. Allenatore: Bortoluzzi.

GENOA: Simeone galoppa verso il recupero dopo il problema accusato contro l’Inter, ma dal 1′ dovrebbe esserci ancora Pandev. Torna titolare Munoz complice il ko di Burdisso, torna tra i convocati anche Pinilla che ha scontato la maxi squalifica.

Genoa (3-5-2): Lamanna; Biraschi, Munoz, Gentiletti; Lazovic, Rigoni, Miguel Veloso, Cataldi, Laxalt; Pandev, Palladino. A disposizione: Rubinho, Zima, Orban, Brivio, Cofie, Hiljemark, Ninkovic, Beghetto, Morosini, Ntcham, Simeone, Pellegri. Allenatore: Ivan Juric.

Sampdoria-Chievo (domenica, h 15.00)

SAMPDORIA: Tante le defezioni per Giampaolo, soprattutto in difesa con la squalifica di Skriniar e i guai fisici di Bereszynski: sarà adattato Regini come centrale, mentre a destra spazio per il rientrante Sala. Praet e Fernandes, dopo la panchina a Roma, cercano rilancio per poter aiutare la squadra a riscattarsi dopo la figuraccia dell’Olimpico, mentre davanti ci sarà Schick con Quagliarella. Indisponibile Viviano, che si è operato in settimana, tra i pali ancora titolare l’esperto Puggioni.

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Regini, Pavlovic; Barreto, Torreira, Praet; Bruno Fernandes; Schick, Quagliarella. A disposizione: Falcone, Bereszynski, Dodò, Simic, Cigarini, Alvarez, Linetty, Djuricic, Muriel, Budimir. Allenatore: Marco Giampaolo.

CHIEVO: Defezioni illustri anche per il Chievo: Birsa è stato fermato per un turno dal giudice sportivo, sulla trequarti Maran lancia De Guzman, a meno che i clivensi non si sistemino quattro centrocampisti e il conseguente innesto di Izco. Dainelli, Spolli, Rigoni e Hetemaj lavorano a parte a Veronello e rischiano di non esserci, dovrebbero invece trovare spazio nell’undici di partenza Gamberini e Bastien. In attacco, spazio all’intramontabile Pellissier, a caccia della doppia cifra in campionato.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Cesar, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Bastien; De Guzman; Pellissier, Inglese. A disposizione: Seculin, Bressan, Sardo, Troiani, Dainelli, Frey, Izco, Hetemay, Kiyine, Depaoli, Gakpè. Allenatore: Leonardo Maran.

Torino-Napoli (domenica, h 15.00)

TORINO: I granata, reduci dal pareggio allo scadere subito nel derby contro la Juventus, dovranno fare a meno degli squalificati Moretti ed Acquah. Mihajlovic, al posto, potrebbe allora rilanciare Carlao in difesa ed uno tra Obi e Benassi a centrocampo.

Torino (4-2-3-1): Hart; Zappacosta, Rossettini, Carlao, Molinaro; Baselli, Obi; Iago Falque, Ljajic, Boyè; Belotti. A disposizione: Padelli, De Silvestri, Barreca, Castan, Avelar, Ajeti, Benassi, Gustafson, Valdifiori, Lukic, Iturbe, Maxi Lopez. Allenatore: Sinisa Mihajovic.

NAPOLI: Sarri invece non avrà a disposizione l’ex Maksimovic, che in settimana ha accusato una distorsione alla caviglia. Per continuare ad alimentare le speranze di secondo posto finale, in compenso, i partenopei recupereranno Koulibaly dopo un turno di squalifica, mentre a centrocampo dovrebbero trovare posto sia Allan che Diawara. In attacco consueto tridente “piccolo”, con Milik e Pavoletti a scalpitare in panchina.

Napoli (4-3-3) – Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Ghoulam, Tonelli, Chiriches, Maggio, Giaccherini, Jorginho, Rog, Zielinski, Pavoletti, Milik. Allenatore: Maurizio Sarri.

Roma-Juventus (domenica, h 20.45)

ROMA: Diverse assenze da ambo le parti per la partitissima che potrebbe assegnare lo Scudetto alla Juventus (basta un pareggio ai bianconeri per il 6° scudetto di fila) o che potrebbe riaprire le sorti del campionato. Spalletti dovrà fare a meno dello squalificato Strootman e degli infortunati Florenzi e Dzeko ma ritrova Perotti e Nainggolan: il belga agirà dietro all’ex Genoa, con Salah ed El Shaarawy alle spalle dell’ex genoano nel 4-2-3-1.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas, Emerson Palmieri; De Rossi, Paredes; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Perotti. A disposizione: Alisson, Lobont, Rui, Peres, Vermaelen, Juan Jesus, Totti, Grenier, Gerson. Allenatore: Luciano Spalletti.

JUVENTUS: Oltre a Khedira, Allegri perde anche Marchisio per un affaticamento muscolare alla coscia: il centrocampista resta in dubbio anche per la finale di Coppa Italia con la Lazio. Possibile turnover in difesa: Lichtsteiner, Benatia e Asamoah titolari; in mezzo al campo spazio a Rincon.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Asamoah; Rincon, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Barzagli, Chiellini, Dani Alves, Alex Sandro, Mattiello, Sturaro, Marchisio, Lemina, Mandragora, Kean. Allenatore: Massimiliano Allegri.