Rizzitelli: «Il Girone? Difficile, ma non impossibile. Poteva andare meglio»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante di Roma e Bayern Monaco commenta il sorteggio di Champions League

Finalmente, dopo una grande attesa durata tutta l’estate, la Roma e i suoi tifosi hanno conosciuto il gruppo di Champions League di cui faranno parte. Le notti magiche si vivranno, oltre che nella capitale, anche a Monaco di Baviera, Manchester e Mosca. Precisamente, gli uomini di Rudi Garcia affronteranno Bayern Monaco, Manchester City e CSKA Mosca. Insomma, non il più semplice dei gironi. Il tecnico francese, intanto, si prepara a studiare le giuste mosse per superare il girone, mentre i tifosi prenotano i viaggi per le trasferta.

La redazione di CalcioNews24.com ha contattato in esclusiva Ruggiero Rizzitelli, ex calciatore della Roma, ma che in carriera ha vestito anche la maglia dei bavaresi. Ecco quanto affermato: «Poteva andare meglio. La Roma incontrerà i campioni di Germania, d’Inghilterra e il CSKA Mosca in una trasferta lontanissima. Inoltre, si ritroverà due ex contro a Monaco: Guardiola e Benatia. Ripeto, sicuramente poteva andare meglio».

E sarà doppio ex anche Rizzitelli: «Ho vissuto sei anni a Roma e due a Monaco di Baviera, ma entrambe le società sono due tra le migliori al mondo. Il Bayern è una squadra costruira per vincere la Champions League, la Roma invece è in crescita».

E continua: «Sulla carta è difficilissimo il girone, ma i giallorossi devono puntare a superarlo. Mal che vada uscirà contro le big europee anzichè contro le squadre piccole, ma sarà importante avere anche una condizione fisica ottimale».

La Roma torna in Champions dopo diversi anni, un’occasione che i tifosi aspettavano da tempo: «Si, è vero. Peccato però il girone brutto, ma a volte la Roma si esalta contro le grandi e le ha trovate. Sicuramente i giallorossi faranno bene, il gioco di Rudi Garcia può mettere in difficoltà la difesa del Bayern».

Scontato dire che la gara più difficile sarà la trasferta in Germania: «Il calcio in Germania va alla grande, lo hanno dimostrato ai mondiali. Negli scorsi anni hanno investito sui giovani e i risultati si stanno vedendo. Il Bayern è una squadra mondiale che oltre a puntare sulla Bundesliga, cerca di vincere anche la Champions League».