Roma, Ranieri: “Il tridente? Se corrono tutti e tre si può fare”

© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore della Roma Claudio Ranieri ha parlato oggi alla stampa, a poco più di 24 ore dalla delicatissima trasferta di domani sul campo di Bari, dove i giallorossi non possono sbagliare se vogliono tenersi aggrappati al sogno scudetto. In terra pugliese al collettivo di Ranieri non mancherà  certo l’appoggio della tifoseria: “Ringrazio il popolo giallorosso che viene a sostenerci in un periodo di festa, sottraendosi alle famiglie. Questo è bello perchè la squadra gli sta piacendo a sta facendo sognare. Mi auguro che tornino sereni e tranquilli. Andremo ad affrontare il Bari che è una gran bella squadra, ci hanno perso diverse grandi, sarà  una partita molto bella perchè sono due squadre che cercano la vittoria, mi aspetto una partita vibrante con gol”. Poi commenta l’ennesima, ambigua, uscita di Mourinho riguardo dei complotti arbitrali atti a far perdere lo scudetto all’Inter: “Non so se si riferisce agli arbitri, ma credo che debba stare sereno. Gli errori vengono commessi da una parte e dall’altra. Il gol loro era fuorigioco, ci poteva essere un’espulsione per un fallo bruttissimo di Chivu, un altro fallo di Lucio che meritava l’espulsione. Dovrebbe accettare tutte le decisioni. Nell’ultimo periodo ci sono stati 4 rigori contro di noi. L’opinione pubblica era concorde che non c’erano. Sbagliano tutti, non bisogna pensare al sospetto. L’Inter è stata anche sfortunata perchè ha preso 3 pali, ma Mourinho deve stare sereno”. Si passa alla Roma e alla partita di domani, che vedrà  probabilmente Totti in campo dall’inizio: “Sta bene, si è allenato molto bene. Già  sta meglio rispetto a qualche giorno fa. Parlerò con i ragazzi e vedrò come organizzare l’attacco”. Il capitano giallorosso potrebbe condividere il campo con Vucinic e Toni: “Si può fare, se tutti quanti corrono per la squadra”. Alla fine del torneo mancano ormai solo 7 partite: “Abbiamo fatto tantissimo senza il nostro condottiero Totti. Abbiamo tutti viglia di far bene in questa fase finale. Dobbiamo fare i fatti. L’Inter ha qualcosa in più perchè ha un punto in più. Sono i favoriti, a noi si è aperto un portone. Alla fine del campionato non dobbiamo avere i rimpianti”. Certamente gran merito di questa finora esaltante stagione della Roma si deve proprio a Claudio Ranieri: “L’allenatore dà  tutto, da un gioco e una filosofia. Quando può condizionare non lo so. Noi dobbiamo essere sereni e giocare come sappiamo. Noi dobbiamo giocare a calcio, non mi piace drammatizzare troppo e non mi piace dar addosso agli arbitri. Non mi piace fare la vittima. Io non so quanto Mourinho condizioni la squadra, ma è figlia sua ed è una figlia splendida”. L’ex tecnico di Cagliari e Fiorentina da poi dimostrazione dei profondi valori umani che gli sono propri ringraziando il giardiniere di Trigoria: “Abbiamo dei campi bellissimi e ringrazio pubblicamente tutti i giardinieri e Francesco in prima persona che è il responsabile del campo”. Tornando alla squadra, la sua squadra, dopo il tanto atteso curvone ora come si delineerà  la via: “Il rettilineo. Ci saranno delle difficoltà , ogni partite sarà  un super esame. Ogni partita è la più difficile. Ora stiamo bene, siamo motivati, stiamo bene fisicamente. Andiamo a giocare contro una grandissima squadra, che ha fatto un campionato bellissimo, ma dobbiamo essere molto umili e concentrati per venire a capo”. Chiude con un augurio: “Buona Pasqua a tutti”.