Sarri promette: «In Italia solo il Napoli, se lascio vado all’estero» – VIDEO

sarri
© foto Calcionews24

Le parole di Maurizio Sarri al termine di Napoli-Crotone, ultima giornata del campionato di Serie A Tim 2017/2018

Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, al termine del match vinto 2-1 contro il Crotone, ha parlato ai microfoni di Sky Sport: «Il saluto al termine della gara? Il pubblico di Napoli è stato fantastico per tutta la stagione ed anche oggi sono venuti in 50 mila. Una squadra che fa 91 punti vuol dire che ha fatto un campionato straordinario, stabilendo il record di punti del club. E’ stato un percorso bellissimo, purtroppo non siamo arrivati a nessuna meta, ma il viaggio è stato di una bellezza mostruosa. Con me il pubblico si è sempre comportato così, devo solo ringraziarli a prescindere dal fatto che io possa allenare il Napoli l’anno prossimo. Questi tifosi avranno sempre un posto nel mio cuore. Il futuro? Il campionato è finito da 20 minuti, oggi eravamo concentrati su questi 90 punti. Fino a poco fa pensavo solo a questo traguardo. Ora voglio andare a cena, poi domani parlerò con la mia famiglia e decideremo cosa fare. Le parole del Presidente? (leggi qui le dichiarazioni di De Laurentiis) E’ normale che voglia una risposta velocemente».

L’allenatore azzurro continua: «Io tardi in Serie A? Ciò non influenzerà le mie scelte. Non ho la necessità di vincere, anche perché bisogna capire cosa si intende con queste parole. Noi non siamo entrati nell’albo d’oro, ma siamo entrati nel cuore di un popolo: e anche questo vuol dire vincere. Le mie perplessità? Penso che tutto nella vita finisce e forse è meglio far terminare le cose quando sono belle. E’ un discorso complicato. Non posso dire solamente andiamo avanti con questo gruppo, perché alcuni calciatori hanno le clausole e sono richiesti da top club, quindi non so se il Napoli potrà trattenere. Io in un altro club italiano? Non potrei farlo al momento, il ricordo di Napoli sarebbe troppo struggente».