Sassuolo, De Zerbi: «Brescia città orgogliosa, sono fiero»

© foto www.imagephotoagency.it

Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole

Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole sul momento che sta attraversando il paese e la sua città, Brescia:

«Sono rimasto con la squadra a Sassuolo, sede lavorativa, come da indicazione del club e del governo. Moglie e figli sono a Brescia. La giornata è una lunga videochiamata. E la preoccupazione per i miei genitori, anche a loro a Brescia. È una città orgogliosa, forte, che non ostenta il dolore. Non sono mai stato tanto bresciano come oggi».

CAMBIAMENTI –  «L’idea guida era: i giocatori al posto giusto, cercando di tenere dentro la maggiore qualità possibile. Caputo ha sempre avuto un attaccante vicino, non è una boa. Berardi e Boga si esprimono bene in ampiezza. Obiang ama coprire tanto spazio e fa filtro. Locatelli da mediano costruisce, si butta dentro, ha più libertà che da play. Con la nuova disposizione sono riuscito a legare bene le caratteristiche di ciascuno».