Serie A, 20^ giornata: Atalanta – Cagliari, pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

ATALANTA SERIE A CAGLIARI PAGELLE – Il match tra Atalanta e Cagliari è terminato da pochi minuti: ecco le pagelle dei protagonisti.

ATALANTA

SPORTIELLO 6,5 – Sempre sicuro, sia tra i pali che in uscita, non stecca alla seconda consecutiva da titolare.

RAIMONDI 6 – Spostato nel suo ruolo originario, CR77 esegue alla perfezione il suo compito: chiude bene e spinge costantemente.

STENDARDO 6 – Buona prova del centrale napoletano, capace di guidare alla perfezione tutta la retroguardia.

LUCCHINI 5,5 – Ibarbo è una furia e lui lo soffre tremendamente: rimedia un giallo e, per sua fortuna, il colombiano viene fermato per due volte dal palo.
(dal 5’ st YEPES 6)

BRIVIO 6 – Meglio del solito: più preciso in difesa e, stranamente, più efficace anche in avanti, dove sfiora il gol con un mancino respinto molto bene da Avramovov.

BRIENZA 6 – Il pubblico, come ha dichiarato Colantuono, è spesso e volentieri prevenuto nei suoi confronti. Lui, però, ce ne mette del suo: passaggi molli e dribbling insensati. Poi, nella ripresa, la svolta: cross al bacio  per Bonaventura e Atalanta in gol.
(dal 28’ st CARMONA 6 – 20 minuti di sostanza per reggere agli assalti dei sardi)

CIGARINI 5,5 – Pronti via e spara alto da ottima posizione. Un po’ il campo pesante e un po’ la pioggia battente, probabilmente, condizionano la sua gara: annebbiato in regia, fatica a prendere per mano la squadra.
(dal 36’ st BASELLI SV)

MIGLIACCIO 6 – Lotta e dinamismo in mezzo al campo: spesso e volentieri scala in difesa per raddoppiare su Ibarbo e Sau.

BONAVENTURA 7,5 – Il migliore tra i nerazzurri. Tutti i pericoli partono dai suoi piedi. Ad inizio secondo tempo si divora il gol. Che, però, trova poco dopo: 3 punti pesantissimi regalati alla Dea.

MORALEZ 6 – Meno esplosivo del solito: ‘El Frasquito’  si fa vedere meno del solito, ma quando tocca la palla riesce sempre ad incidere.

DENIS 5,5 – Partita di sacrificio, come spesso accade. Lotta, sponde e assist per i compagni. A differenza del solito, però, pecca spesso e volentieri di imprecisione.

COLANTUONO 6 – 24 punti in classifica e zone calde sempre più lontane. Con il tempo, però, dovrà vedersi anche il gioco, mancato anche oggi.

CAGLIARI

AVRAMOV 7 – Giocare una partita ogni tanto non è per nulla semplice, ma il portiere sardo si rivela uno straordinario secondo. Perfetto in ogni scelta, dà grande sicurezza a tutto il pacchetto arretrato. Incolpevole sul gol atalantino.

PISANO 5 – Disattenzione imperdonabile: si fa bruciare da Bonaventura in occasione del vantaggio nerazzurro

ROSSETTINI 5,5 – Un po’ meno lucido del compagno di reparto.

ASTORI 6 – Il Cagliari soffre poco, ma viene punito in una delle poche azioni offensive dei padroni di casa. Lui, comunque, tiene a bada Denis per tutta la gara.

MURRU 6,5 – Molto vivace sull’out di sinistra, arriva al cross in più occasioni.

EKDAL 5,5 – Dai suoi piedi nascono sempre giocate di qualità, ma, in alcune circostanze, più che inutili.
(dal 36’ st CABRERA SV)

CONTI 6,5 – E’ lui il cuore del Cagliari: playmaker perfetto, il capitano rossoblù detta i tempi delle giocate della squadra. E va vicino al gol con un bolide che sfiora l’incrocio dei pali.

DESSENA 5 – Prova incolore.
(dal 28’ st IBRAIMI SV)

COSSU 5 – Partita difficile: sacrificato in marcatura su Cigarini, non riesce mai a rendersi pericoloso in avanti.

IBARBO 7,5 – Scatenato, lo si trova ovunque. Ripiega in difesa per aiutare la squadra e in attacco è imprendibile: solo il palo, in due occasioni, gli nega la gioia del gol.

SAU 5,5 – Si muove molto lungo tutto il fronte offensivo, senza però riuscire ad incidere.

LOPEZ 5 – Come spesso e volentieri accade, la sua squadra domina nella prima frazione di gioco, salvo poi sparire nella ripresa. Urgono rimedi, altrimenti sarà lui a sparire. Dalla panchina del Cagliari, però.