Serie B: Spal in A, Verona ad un passo

© foto www.imagephotoagency.it

Domani si giocherà l’ultima e decisiva giornata di campionato

Serie B – Con una giornata d’anticipo e nonostante la sconfitta per 2 a 1 a Terni, la Spal conquista la promozione in Serie A. Per la squadra di Semplici è un traguardo storico ed inaspettato, che arriva dopo appena un anno di Serie B. Manca, invece, un solo punto al Verona, fermo a quota 73 dopo il pareggio con il Carpi e che dovrà vedersela nell’ultimo turno contro il Cesena, già salvo. Il Frosinone, invece, complica la sua situazione, dopo la sconfitta con il Benevento. Ora i punti di distacco tra il terzo ed il quarto posto sono otto e se dovessero rimanere, dopo l’ultima giornata, meno di dieci, si andrebbero a disputare normalmente i play-off. In zona retrocessione, il Pisa ed il Latina sono aritmeticamente retrocessi in Lega Pro, mentre solo la differenza reti non condanna il Vicenza, impegnato con lo Spezia nell’ultima giornata. Infine due tra Trapani (sconfitto dal Cesena per 2 a 1), Avellino (superato dalla Salernitana per 2 a 0), Ternana e Brescia (reduce dal pareggio per 2 a 2 contro la Pro Vercelli) disputeranno i play-out che decreteranno l’ultima squadra retrocessa dalla Serie B. Tutti i match si disputeranno domani sera alle 20 e 30.

 

 
Focus – Sogno Serie A: Al momento, la Spal è l’unica compagine ad aver guadagnato la promozione sul campo. Come già ribadito è un risultato storico per i ferraresi che tornano in A dopo ben 49 anni. Tranne sorprese, al momento inaspettate, il Verona dovrebbe prendersi il secondo posto finale in virtù dei due punti di vantaggio sul Frosinone, terzo. Proprio i ciociari rischiano di doversi giocare tutto nei play-off, nonostante gli otto punti di vantaggio sul quarto posto. Solo in caso di vittoria contro la Pro Vercelli e della simultanea sconfitta di Cittadella, Perugia e Benevento, i ciociari otterrebbero la promozione senza passare per i play-off. L‘ipotesi, capirete bene, è assai remota. Sono al momento, dunque, qualificati ai play-off: Frosinone, Cittadella, Perugia e Benevento; ad esse si aggiungeranno altre due squadre tra Carpi, Spezia, Novara e Salernitana, con gli emiliani nettamente favoriti ed i campani con scarse probabilità di raggiungere ormai l’obiettivo.