Spadafora: «100 milioni dal Governo, lo sport è linfa del territorio»

Spadafora
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni del ministro dello Sport Spadafora nel corso della conferenza stampa indetta dal Premier Conte dopo il CdM

Intervenuto nel corso della conferenza stampa presieduta dal Presidente del Consiglio Conte dopo il CdM, ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora ha illustrato le novità introdotte dal decreto per lo sport.

«Molte realtà sportive stanno affrontando una crisi senza precedenti. Dall’inizio della pandemia il mio primo obiettivo è stato evitare che anche una sola realtà dovesse chiudere, perché lo sport è linfa del territorio. Il modo migliore per celebrare la Giornata internazionale dello sport è con atti concreti. Per la prima volta federazioni, discipline associate, enti di promozione, associazioni e società dilettantistiche avranno lo stesso trattamento delle piccole e medie imprese. Col decreto, infatti, sono stati creati presso l’Istituto di Credito Sportivo, nel Fondo di Garanzia e del Fondo contributi interessi per l’impiantistica sportiva, i rispettivi comparti per operazioni di liquidità. Con il decreto appena approvato, sono stati deliberati strumenti che consentiranno di garantire integralmente cento milioni di finanziamenti a tasso zero per i soggetti sportivi che non possono accedere al Fondo di garanzia per le Pmi. Gli strumenti affidati all’Ics faranno ridurre tempi e oneri per chi ha necessità di liquidità, per poter ripartire con le attività e valorizzare la funzione etica, civile e sociale dello sport».