Tottenham, splende il ritrovato Kane: un po’ bomber e un po’…Eriksen

Iscriviti
© foto Harry Kane

Harry Kane sta trascinando il Tottenham a suon di gol e assist. Dopo un periodo difficile, è tornato ai suoi livelli

Dopo aver iniziato la stagione di Premier League con una brutta sconfitta casalinga contro l’Everton di Ancelotti, il Tottenham è cresciuto di rendimento nelle precedenti 3 partite. Nell’ultimo match, ha ottenuto uno storico 6-1 in casa del Manchester United: gli Spurs si trovano forse nel momento migliore da quando Mourinho siede in panchina, riescono finalmente a generate tante occasioni da gol.

La notizia più importante in casa Tottenham è nell’eccellente stato di forma di Harry Kane. L’attaccante inglese proviene da un anno e mezzo molto difficile, caratterizzato da diversi problemi fisici: la crisi tecnica della squadra non la ha poi certo aiutato. Tant’è che in Inghilterra c’è stato molto dibattito da parte dei media sul suo pessimo stato di forma, c’era addirittura che suggeriva un declino inarrestabile.

Invece, Kane è stato uno dei migliori giocatori del Tottenham di queste prime giornate. Oltre ad avere segnato già 3 reti, la punta inglese è determinante per l’intera fase di rifinitura degli Spurs: ha effettuato l’enorme cifra di 6 assist (5 per Son) e 11 passaggi chiave.

Nel 3-2-4-1 con cui Mourinho dispone la sua squadra, Kane è un fondamentale regista offensivo. L’attaccante inglese è sempre stato molto bravo a cucire i reparti, giocare spalle alla porta ed allargare il gioco per i compagni. Questi suoi compiti si stanno accentuando ora, sopratutto quando manca Lo Celso, visto che gli Spurs non hanno tanti rifinitori di livello tra le linee. Sono quindi importanti le capacità del numero 10 di innescare e mandare i propri compagni in porta.

Kane partecipa molto sia alla rifinitura che alla risalita. Si tratta di una punta bravissima nel pulire palloni, di conseguenza i difensori verticalizzano spasso dal basso per premiare i suoi movimenti a venire incontro.

I compagni sono inoltre molto bravi a leggere e compensare i suoi movimenti. Son soprattutto, con cui sta costruendo una grande intesa: quando l’inglese arretra la propria posizione , il coreano – che agisce di solito sul centro sinistra – si butta dentro e aggredisce gli spazi liberati dal centravanti. In questo modo, sono arrivati diversi gol. Per non parlare dei millimetrici cambi di campo che l’attaccante inglese sa effettuare, traiettorie perfette per ali e terzini che vengono imbeccati in corsa.

In questo caso, Kane batte velocemente un calcio di punizione e serve Son in profondità. Si trovano a memoria.

E’ straordinaria la capacità di Kane di catalizzare il pallone su di sé e sfruttare ottimamente le grandi qualità fisiche per proteggersi dal marcatore rivale. Per l’avversario, rasenta l’impossibile rubargli il possesso quando l’attaccante britannico è spalle alla porta.

Anche in quelle situazioni, spicca la grande visione di gioco della punta del Tottenham, che sa leggere bene i movimenti dei compagni vicini a lui. Anche in un fazzoletto di terra, è in grado di servirli e premiare così i loro inserimenti. Per quanto sia celebrato soprattutto per le sue quantità da finalizzatore, Kane ha capacità tecniche che passano spesso in sordina. E’ in grado di mettere palloni molti difficili anche in situazioni apparantemente proibitive.

Nella slide sopra, per esempio, dopo aver protetto bene palla ed essersi girato, effettua un pallonetto molto pulito che scavalca i giocatori avversari. Doherty viene servito bene in corsa e ha la possibilità di tirare da una posizione molto pericolosa.

Insomma, senza più Eriksen, stiamo vedendo un Kane cruciale per l’intera fase di possesso degli Spurs. La punta inglese è in grande forma, e questa è una notizia importante tanto per Mourinho, quanto per l’intero calcio inglese.