Tudor ricorda: «Scudetto 5 maggio, ecco cosa ci disse Lippi sul pullman»

tudor, udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole dell’ex Juventus Igor Tudor sui ricordi in bianconero e sulle possibilità di vittoria della Champions League con Cristiano Ronaldo

L’allenatore Igor Tudor, ex Udinese, è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport e ha parlato delle possibilità di vincere la Champions League da parte dalla Juventus: «Ora a 40 anni mi rendo conto di dove ero, prima ero troppo giovane per capirlo. Adesso mi rendo conto meglio perché questo club ottiene grandi risultati, dentro e fuori dal campo. La Juventus è un top club, lo dimostra vincendo da 7 anni in Italia.L’arrivo di Ronaldo è la prova tangibile della programmazione bianconera per rimanere sempre ai vertici del calcio mondiale».

Prosegue Tudor parlando dell’acquisto di Cristiano Ronaldo: «La Champions League non è un’ossessione, ma un obiettivo. L’acquisto di Ronaldo ha dimostrato che nella visione bianconera non esistono limiti. Non è facile vincere la Champions, ma è necessario alzare l’asticella e restare sempre tra le prime 7-9 d’Europa: così la Juve avrà sempre maggiori probabilità di vincere. Se arriverà la svolta magari arriverà più di una Champions nei prossimi 4 o 5 anni».

Conclude infine: «Scudetto del 5 maggio 2002? Il più bello perché arrivato in modo particolare: l’Inter era convinta di aver già lo scudetto in mano, ma la Juventus non molla mai. Ricordo la gioia pazzesca di Lippi sul pullman, fece un bellissimo discorso: ci disse “Ragazzi, è una vera “goduria”».