Connettiti con noi

Calciomercato

Vlahovic ossessione del calciomercato: questa Juve non può farne a meno

Pubblicato

su

vlahovic calciomercato

Il nome di Vlahovic è sulla bocca di tutti in chiave calciomercato: la Juve umiliata a Londra ne ha davvero un disperato bisogno

Dusan Vlahovic e il calciomercato, un binomio che ci accompagnerà inevitabilmente chissà ancora per quante settimane. Perché è tutto da dimostrare che il Presidente Rocco Commisso ceda alle pressioni già nella sessione di gennaio quanto mai vicina.

Anche perché, in tutta onestà, con una Fiorentina che Italiano sta facendo girare a mille e con la prospettiva di poter davvero combattere per una posizione in Europa, beh, lasciar partire la propria stella indiscussa a metà del cammino sarebbe delittuoso. E un patron così focoso, passionale e ambizioso pare improbabile che possa accettare e cedere al “ricatto” in questo momento.

Dovrà farlo, senza dubbio, perché da quel famoso comunicato di fatto si sono sigillate le porte alla possibilità di rinnovare il contratto. Dunque la partenza del bomber è solo questione di tempo, con gli agenti del serbo che continuano a tessere la tela per preparare il terreno.

Atletico Madrid, Tottenham e chissà quanti altri club del Vecchio Continente stanno pianificando l’assalto, ma la cara e vecchia Serie A potrebbe spuntarla, come d’altronde anche il connazionale e Commissario Tecnico Stojkovic ha consigliato a Dusan.

Nell’Inter sarebbe partner ideale per Lautaro Martinez, nel Milan il miglior post Ibra (e Giroud) sulla piazza, nella Juve il nuovo centro del mondo. E proprio la Vecchia Signora sembra poter mettere le carte migliori sul piatto, oltre al fascino che la maglia bianconera esercita da un secolo.

Oltretutto la sbiaditissima versione di squadra ammirata, si fa per dire, a Stamford Bridge contro il Chelsea ha un disperato bisogno di ricostruire un’identità forte. A partire da un roster d’attacco nel quale il centravanti puro, di forza e di fisico, manca completamente. Troppo leggero Morata e troppo acerbo Kean, per competere a livello internazionale serve un netto salto di qualità a prescindere dalle lune di Dybala. Vlahovic dunque, questa Juve non può fare a meno di lui (o di uno come lui).