Achille Serra sul caso biglietti: «Mi rattrista che la Juve sia scesa a patti con certa gente»

agnelli juventus
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex prefetto di Roma ha parlato del caso biglietti e delle multe per la Curva Sud, alla tifoseria della Roma. Così Achille Serra

Il caso biglietti fa discutere. Andrea Agnelli è stato inibito per un anno perché la Juve sarebbe scesa a patti con alcuni ultrà per il bagarinaggio dei biglietti. Escluso ogni legame con la criminalità, sconfessata quindi la tesi dell’accusatore Pecoraro, i bianconeri hanno annunciato ricorso, così come la Procura, non soddisfatta della sentenza. L’ex prefetto di Roma, Achille Serra, ha parlato a “Rete Sport” commentando la sentenza e non spendendo parole liete per la Vecchia Signora.

Queste le parole di Serra: «L’atteggiamento delle tifoserie è organizzato da piccoli capi che gestiscono i rapporti tra le parti. Mi rattrista il fatto che una società come la Juventus sia scesa a patti con queste persone. Leggi idonee? Credo di sì, l’importante è applicarle e avere il coraggio di denunciare. Non tutti lo fanno». Serra ha poi parlato delle multe per la Curva Sud della RomaMulte in Curva Sud? Tutti devono rispettare le regole. Roma come laboratorio sociale? Il sospetto esiste».