Juventus: sempre più difficile l’addio di Allegri, ma non mancano le alternative

allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri verso la conferma sulla panchina della Juventus, ma si valutano anche gli eventuali sostituti: Pep Guardiola il sogno, poi Antonio Conte e Didier Deschamps

L’ipotesi più probabile al momento è che Massimiliano Allegri resti al timone della Juventus anche per la prossima stagione. Di certo però, come riporta Il Giornale, non mancherebbero le riflessioni da parte di Andrea Agnelli e di tutta la dirigenza bianconera in vista del futuro: nei prossimi giorni è atteso un summit tra le parti per pianificare le strategie di mercato in vista dell’annata 2019/2020. In ogni caso la Juve non avrebbe sottovalutato da una parte il fallimento di quest’anno in Champions League, dall’altra i malumori provenienti dallo spogliatoio e riguardanti l’insofferenza, vera o presunta, nei confronti di Allegri stesso.

Per questo motivo non mancherebbero le alternative sul piatto: la prima porterebbe direttamente Pep Guardiola. Difficile che il tecnico spagnolo, grande sogno di Agnelli, si liberi dal Manchester City, considerato anche l’ingaggio astronomico da oltre 20 milioni di euro l’anno, ma in considerazione dell’operazione dell’anno scorso che ha portato la Juve a Cristiano Ronaldo, mai dire mai.

Così come mai dire mai alla possibilità di un ritorno di Antonio Conte: ripianati i contrasti con Agnelli stesso, il tecnico leccese figura ancora nell’elenco dei sostituti di Allegri (che a sua volta lo aveva sostituito in bianconero), anche se al momento per lui l’ipotesi più probabile è quella romanista.

Dulcis in fundo, occhio anche all’eventualità di un altro ritorno, quello di Dider Deschamps (tecnico juventino in Serie B nella stagione 2006/2007): il commissario tecnico della Francia campione del mondo in carica è da sempre preso in considerazione in ottica di un possibile piano B.