Atletico Madrid-Real Madrid 2-1, pagelle e tabellino

cristiano ronaldo real madrid-atletico madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Atletico Madrid-Real Madrid, derby ritorno semifinali Champions League 2016/2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Quaranta minuti di paura, poi il dolce orizzonte della finale di Champions League contro la Juve. Il 3 giugno, a Cardiff, ci sarà il Real Madrid. Come ampiamente preventivabile alla vigilia, dato il 3-0 dell’andata ai danni dell’Atletico. Ma per i blancos di Zidane quella del Vicente Calderon è tutt’altro che una formalità. Perché i colchoneros partono forte, fortissimo: al 12′ Saul firma l’1-0 di testa da corner, al 16′ è già 2-0 con Griezmann che calcia male ma trasforma un rigore causato da Varane per un ingenuo fallo ai danni di Torres. Lo stadio ribolle, l’Atletico attacca. Anche troppo, perché una sola rete del Real chiuderebbe verosimilmente i conti. Rete che arriva a 4′ dall’intervallo, con Benzema a ricamare un numero spettacolare ed Isco a segnare sulla ribattuta di una conclusione di Kroos. Il 2-1 gela il Calderon ed il cuore dei ragazzi di Simeone, che perdono d’intensità. Tanto che nella ripresa a sfiorare la rete è più il Real dell’Atletico, che si dispera soltanto per una doppia occasione sprecata da Carrasco e dal neo-entrato Gameiro. Le merengues gestiscono il punteggio, abbassano il ritmo e al triplice fischio finale possono esultare: sarà finale contro la Juve, per tentare un back-to-back mai riuscito nella storia della Champions League.

ATLETICO MADRID-REAL MADRID: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Atletico Madrid-Real Madrid 2-1, il tabellino

MARCATORE: pt 12′ Saul, 16′ Griezmann rig., 41′ Isco
ATLETICO MADRID (4-4-2) –
Oblak 7; Gimenez 5.5 (10′ st Thomas 6), Godin 5.5, Savic 5, Filipe Luis 6; Carrasco 7, Saul 6.5, Gabi 6, Koke 5.5 (30′ st Correa ng); Griezmann 5.5, Torres 5.5 (10′ st Gameiro 5). Allenatore: Simeone 6.5
REAL MADRID  (4-3-1-2) – Navas 6.5; Danilo 5.5, Varane 5, Ramos 6.5, Marcelo 6.5; Modric 7, Casemiro 6 (30′ st Vazquez ng), Kroos 6; Isco 7 (43′ st Morata ng); Benzema 7.5 (30′ st Asensio ng), Ronaldo 5.5. Allenatore: Zidane 7
ARBITRO: Cakir (Turchia).
NOTE: ammoniti Savic, Godin, Gabi, Correa, Danilo e Sergio Ramos

ATLETICO MADRID – IL MIGLIORE

OBLAK 7 – L’Atletico ci prova disperatamente, ma alla fin fine… se il migliore in campo è quello tra i pali, qualcosa vorrà pur dire. Il portierone sloveno prova disperatamente a tenere i suoi i corsa per Cardiff con due interventi clamorosi, prima su Casemiro e poi su Kroos. Non basta.

ATLETICO MADRID – IL PEGGIORE

SAVIC 5 – In versione birillo sulla rete che decide, di fatto, la qualificazione alla finalissima: Benzema lo ubriaca non uno ma due volte, lui fa la figura di quello che prova a tornare a casa dopo una nottata ad alzare un po’ troppo il gomito…

REAL MADRID – IL MIGLIORE

BENZEMA 7.5 – Sempre al centro dell’azione, fa scorrere i titoli di coda sul discorso qualificazione con un numero circense d’alta scuola. Savic, Godin, Gimenez e ancora Savic: tutti nel sacco con una serpentina degna di Stenmark… e il Real vola in finale dopo 40′ di paura.

REAL MADRID – IL PEGGIORE

VARANE 5 – La giustificazione per l’ingenuo fallo su Torres che costa l’immediato uno-due dell’Atletico sarebbe quella della tenera età. Ma ha già esperienza da vendere e sbaglia in maniera grossolana a non temporeggiare.

Atletico Madrid-Real Madrid: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La rete di Isco in chiusura di prima frazione toglie pepe alla ripresa del Calderon. L’Atletico che rientra dagli spogliatoi non sembra più crederci, e in effetti servirebbero altre tre reti. Così il Real può abbassare il ritmo ed aumentare la rete di passaggi in mezzo al campo, gestendo in maniera sicura la situazione. Anzi, sono proprio gli uomini di Zidane ad andare vicini al gol soprattutto con un ispiratissimo Benzema. La rete del pareggio arriva anche con Modric, ma sulla conclusione del croato dal limite interviene Ronaldo in posizione di fuorigioco: rete annullata. Gli ospiti vivono ancora un brivido con la doppia occasione capitata a Carrasco e Gameiro sventata da Navas, poi possono iniziare a guardare all’orizzonte: il 3 giugno sarà finale contro la Juve!

48′ Il recupero è una formalità: il Real viene superato 2-1 al Calderon, ma centra l’accesso alla finalissima di Cardiff contro la Juventus

39′ Anche Correa finisce sul taccuino di Cakir: ormai il Real amministra, la qualificazione è al sicuro

32′ Subito un guizzo di Correa, che trova il fondo e serve al centro Gameiro anticipato da una prodigiosa chiusura di Ramos che sventa il gol del 3-1

30′ Triplo cambio in campo: dentro Correa da una parte, Asensio e Vazquez dall’altra

29′ Ancora Benzema protagonista, come in occasione della rete del Real: il francese entra in area, salta tre uomini e poi frana a terra. Cakir lascia proseguire

28′ Traversone millimetrico di Marcelo per Benzema, che da pochi passi incorna sull’esterno della rete

25′ Replica di Griezmann da posizione defilata: Navas è ancora attento e devia in corner

24′ Pareggio del Real Madrid con una conclusione di Modric dal limite, sulla quale però interviene Ronaldo che è in fuorigioco: bandierina alta e punizione per l’Atletico

21′ Che opportunità per l’Atletico! Carrasco saccheggia un intorpidito Danilo e scarica verso la porta, dove è attento Navas. La palla carambola sulla testa di Gameiro che, a porta pressoché sguarnita, centra ancora Navas che con un riflesso si salva

11′ Ancora Benzema ad ispirare, poi Marcelo dal fondo rasoterra per Ronaldo a centro area che prova a chiudere verso lo specchio della porta, ma manda a lato

10′ Simeone prova il tutto per tutto: doppio cambio e forze fresche in campo, è il momento di Thomas e Gameiro. Fuori Gimenez e Torres

9′ Danilo orchestra dalla destra, il pallone arriva ad Isco che dal limite controlla e calcia: conclusione strozzata, palla a lato

4′ Isco duro su Gimenez, punizione dal limite: Griezmann calcia bene, ma il pallone termina di poco alto sopra la traversa

In un Calderon molto meno infuocato rispetto ad inizio partita, gli stessi ventidue del primo tempo tornano in campo: comincia la ripresa

SINTESI PRIMO TEMPO – Il comandante ordina, l’esercito esegue: Simeone aveva chiesto ai suoi un avvio di partita di grande intensità e l’Atletico lo ha accontentato. Al 12′ è Saul a sbloccare la partita con un’incornata a centro area da calcio d’angolo, al 16′ è Griezmann a raddoppiare dal dischetto per ingenuo atterramento di Varane ai danni di Torres. Il Calderon ribolle, i colchoneros attaccano. Anche troppo, perché una rete subita – in virtù del 3-0 dell’andata – potrebbe essere letale. Ed arriva, puntuale, in chiusura di frazione: numero circense di Benzema, conclusione di Kroos e tap-in semplice di Isco sulla miracolosa ribattuta di Oblak. Adesso per l’Atleti si fa tremendamente dura…

41′ RETE DEL REAL! Numero esagerato di Benzema che sulla sinistra salta Savic e Godin, palla a Kroos sul cui piattone è miracoloso Oblak, ma interviene Isco che da pochi passi deposita in rete. Un gol pesantissimo in ottica qualificazione!

38′ Ci prova senza troppa convinzione Isco, che dalla sinistra si accentra e poi conclude: sfera tra le braccia di Oblak

36′ Grande nervosismo in campo: ad ogni intervento duro, scatta la corrida. Ne fa le spese Gabi, ammonito anche lui per proteste

32′ Squadre sfilacciate e tanta confusione in campo: Casemiro e Godin, rispettivamente su Griezmann e Ronaldo, compiono due brutti interventi, ma in entrambi i casi Cakir soprassiede. Poi ammonisce il centrale dell’Atletico e Ramos per le reiterate proteste

24′ Dopo un avvio di partita senza respiro, le due squadre riprendono fiato. E si registrano un paio di timidi tentativi del Real, prima con Benzema e poi con Ronaldo che però non aggancia sul secondo palo

16′ RADDOPPIO DELL’ATLETICO! Ingenuità di Varane che, anziché temporeggiare in area, atterra Torres: sul dischetto si presenta Griezmann che calcia male, Navas però sfiora soltanto

13′ Tanto, troppo, entusiasmo in casa Atletico: il Real riparte in tre contro tre, Isco sbaglia però la misura dell’ultimo passaggio

12′ GOL DELL’ATLETICO! Come sperava Simeone alla vigilia, i colchoneros sono subito avanti: corner dalla destra, nel cuore dell’area Saul anticipa Ronaldo di testa e trafigge Navas

7′ Occasionissima per il Real: Casemiro di testa si avventa a colpo sicuro su una punizione dalla trequarti, ma Oblak ci mette la manona

6′ Subito ristabilita la parità numerica dei cartellini: Savic affossa Isco, ammonizione per lui

5′ Spunto di Carrasco, palla dentro e deviazione sul primo palo di Koke: Navas risponde subito presente e mette in angolo

4′ A proposito di scintille… subito Danilo ruvido su Filipe Luis: giallo

2′ Nemmeno un giro completo di lancette e Ramos rimane a terra dopo un contatto con Torres: la partita promette scintille

1′ Si parte, è cominciata la semifinale di ritorno tra Altletico Madrid e Real Madrid. All’andata fu 3-0 per le merengues, la Juventus osserva interessata…

Coreografia da brividi da parte dei tifosi dell’Atletico, con le squadre in campo e l’inno della Champions che risuona in un Vicente Calderon elettrico: tutto è pronto per il fischio d’inizio!

Atletico Madrid-Real Madrid: formazioni ufficiali

ATLETICO MADRID (4-4-2) – Oblak; Gimenez, Godin, Savic, Filipe Luis; Carrasco, Saul, Gabi, Koke; Griezmann, Torres. Allenatore: Simeone
REAL MADRID  (4-3-1-2) – Navas; Danilo, Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Isco; Benzema, Ronaldo. Allenatore: Zidane

Atletico Madrid-Real Madrid: probabili formazioni e prepartita

ATLETICO MADRID (4-4-2) – Oblak; Savic, Godin, Hernandez, Filipe Luis; Carrasco, Saul, Gabi, Koke; Griezmann, Gameiro. Allenatore: Simeone
REAL MADRID  (4-3-1-2) – Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Isco; Benzema, Ronaldo. Allenatore: Zidane

Forte del 3-0 casalingo conquistato all’andata, il Real Madrid si presenta questa sera nella tana “nemica” del Vicente Calderon con tutti i favori del pronostico. A tenere alta l’attenzione, allora, ci ha pensato il tecnico Zidane nella conferenza stampa della vigilia: «Siamo a un passo dalla finale, ma non abbiamo ancora vinto nulla. Dobbiamo fare un’altra grande partita, perché nel calcio non si sa mai. Fisicamente siamo in un grande momento, ora arriva la parte più bella della stagione. Abbiamo trascorso otto mesi di lavoro per arrivare a questo punto: in campo non dovremo pensare alla gara d’andata, ma solo alla partita in corso. Dobbiamo far bene senza inventare nulla di strano». Decisamente più spavaldo Gareth Bale, nel corso di un’intervista concessa ad uno sponsor nella giornata di vigilia. «Vinceremo la Champions League, siamo sicuri. Non abbiamo ancora giocato tutte le nostre carte, abbiamo ancora qualche asso nella manica. Le sensazioni sono positive perché stiamo giocando bene ed è normale che miglioriamo di partita in partita. Sentiamo di poter vincere ogni competizioni a cui partecipiamo, anche se sarà difficile».

Nessuna resa e nessun timore reverenziale, sul fronte opposto, per il “Cholo” Simeone. Presentatosi alla conferenza stampa della vigilia, come da indole d’altronde, più combattivo che mai. «Crediamo in noi stessi e in ciò che sappiamo fare, crediamo nei nostri mezzi in campo. Non cambieremo atteggiamento, sappiamo di cosa siamo capaci e io ho piena fiducia nei miei ragazzi: so che domani forniranno una grande prestazione, dobbiamo sfruttare a dovere il vantaggio di giocare in casa. E non ho nemmeno bisogno di motivare i miei, anzi: se lo facessi sbaglierei. Per certe sfide le motivazioni ce le hai da quando ti svegli la mattina. Dobbiamo scendere in campo ed essere subito dentro la partita giocando minuto per minuto, secondo dopo secondo. La nostra intenzione è quella di partire forte. Se riusciremo a controllare le emozioni, possiamo fare una grande gara».

Atletico Madrid-Real Madrid: i precedenti del match

Atletico e Real si sfidano nella fase ad eliminazione diretta di Champions League per il quarto anno consecutivo. I precedenti sono particolarmente favorevoli per i blancos: nelle cinque partite disputate tra il 2014 ed il 2017, infatti, i ragazzi di Simeone non ha mai vinto (2 pareggi e 3 sconfitte). Quella di questa sera è anche la riedizione delle finali del 2014 e del 2016. Nel primo caso le merengues si imposero ai supplementari per 4-1, mentre l’anno scorso trionfarono nella finalissima di San Siro ai calci di rigore. Le due squadre si sono già sfidate una volta in semifinale di Coppa dei Campioni, nella lontanissima stagione 1958/1959. A spuntarla, anche in quel frangente, furono i blancos, che poi alzarono la coppa dalle grandi orecchie in finale contro la Fiorentina. Per i colchoneros si tratta invece della terza semifinale negli ultimi quattro anni: risultato storico per il club, che in questa competizione mai era riuscito ad infilare un filotto del genere. Il Real di Zidane, che ha vinto undici edizioni della massima competizione europea, è arrivato in semifinale invece per la settima volta consecutiva e per la prima nella storia della Champions League potrebbe realizzare un back-to-back alzando il trofeo per due anni di fila.

Atletico Madrid-Real Madrid: l’arbitro del match

Sarà il turco Cuneyt Çakir il fischietto del derby di Madrid che andrà in scena questa sera al Vicente Calderon per il ritorno della semifinale di Champions League. Atletico e Real avranno dunque a che fare con un direttore di gara d’esperienza e personalità, giunto alla quinta direzione nell’edizione in corso della manifestazione. Nei quattro precedenti sono sedici i cartellini gialli estratti e due quelli rossi, a fronte di zero calci di rigore decretati. Gli assistenti di Çakir questa sera saranno i connazionali Duran Bahattin e Ongun Tarik, quarto uomo Eyisoy Mustafa, addizionali Simsek Bariş e Palabiyik Ali.

Atletico Madrid-Real Madrid Streaming: dove vederla

Di seguito tutte le indicazioni su Atletico Madrid-Real Madrid streaming gratis e diretta tv: come vederla. La partita sarà trasmessa dalle ore 20.45 come di consueto in esclusiva sulle frequenze in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport e Premium Sport HD). Non è tutto però, perché il derby Atletico Madrid-Real Madrid andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite l’app Premium Play. Esistono alcune liste di siti aggiornate per poter eventualmente seguire il calcio streaming gratis, ma ricordiamo che ad oggi, dopo la chiusura del sito pirata Rojadirecta, non esiste possibilità legale di seguire una partita in streaming live al di fuori di quelle già indicate poco sopra.