Baldissoni: «Il problema non è lo Stadio, ma la città di Roma» 

baldissoni roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il vice presidente della Roma, Mauro Baldissoni, è stato intervistato per commentare la costruzione del nuovo Stadio 

Questa mattina si è svolta la presentazione del progetto riguardante il nuovo Stadio della Roma; progetto realizzato anche agli studi del Politecnico di Torino sui flussi di traffico. Nel corso della presentazione era presente la sindaca di Roma, Virgina Raggi, che ha confermato l’avvio del progetto già a partire da quest’anno. A parlare è stato anche Mauro Baldissoni, vice-presidente del club giallorosso che dopo aver assistito dalla prima fila della sala in Campidoglio, si è fermato per commentare la strategia del club romanista. Ecco le sue parole: «È solo un passaggio, sapete quanto è che stiamo lavorando su questo progetto con l’amministrazione. È un passaggio fuori dalla procedura, non aveva un valore giuridico ma mediatico politico, ed è stato giusto che l’amministrazione abbia fatto controlli ulteriori sulla sostenibilità del progetto».

«Non siamo sorpresi, ci attendevamo un esito positivo perché anche nella bozza filtrata si diceva che gli studi di traffico erano stati fatti in maniera professionale e le criticità erano state riscontrate su un discorso più ampio, ossia sulle ricadute sulla città, non tanto sul sito che era compito del proponente valutare. Parlavamo di un problema di Roma più che dello stadio in sé, la scelta di puntare sul servizio pubblico e su rotaia ci vede d’accordo perché abbiamo visto quello che è successo a San Siro dopo l’apertura della linea viola, ha portato un aumento enorme di presenze allo stadio nell’ultimo biennio perché rende più semplice e comodo accedere allo stadio. Ed è giusto che questo accada anche a Roma, in linea con le migliori indicazioni a livello europeo e quello che dev’essere il futuro della mobilità».