Bertolacci attacca il Milan e Montella: «Allenamenti troppo blandi»

bertolacci milan
© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Bertolacci ha spiegato il perché dei tanti infortuni nel periodo al Milan. Sotto accusa la tipologia di allenamenti organizzati dal suo ex allenatore Vincenzo Montella

Da contratto è ancora un giocatore del Milan, ma Andrea Bertolacci difficilmente rivestirà rossonero. Il prestito secco al Genoa sembra la strategia migliore per tentare di rivalutare un giocatore pagato 20 milioni dalla vecchia dirigenza e rivenderlo senza perderci troppo. Con la maglia del Diavolo, Bertolacci non è riuscito praticamente mai ad esprimere il proprio valore. Falcidiato dagli infortuni, spesso di natura muscolare, Bertolacci si è fatto un’idea del perché fosse vittima di questi continui stop e l’ha confessata a Il Secolo XIX: «Non riuscivo a trovare la condizione migliore, non sono mai stato al top. Probabilmente dipendeva anche dalla tipologia di allenamenti. Qui si lavora molto intensamente, al Milan gli allenamenti erano più blandi».

Un attacco in piena regola al Milan e all’ex allenatore Vincenzo Montella quello di Bertolacci, che ha motivato anche la scelta di tornare al Genoa: «Conoscevo i ritmi qui, sono quelli più adatti al mio fisico. Ho bisogno di lavorare duro per essere al meglio. Genoa un ridimensionamento? No, voglio tornare ai livelli di prima, voglio dimostrare le mie qualità. E per farlo ho bisogno di sentirmi a casa. Al Genoa mi sento così, qui ho ritrovato l’affetto che mi mancava. Qui ritroverò me stesso».