Alberto Brignoli, da goleador a riserva di Belec

Iscriviti
Alberto Brignoli
© foto www.imagephotoagency.it

Chissà se a Brignoli Benevento dedicherà almeno una statua, intanto il portiere goleador è stato messo in panchina: al suo posto Belec, che con il Genoa non è stato impeccabile

La riconoscenza nel calcio è roba per pochi. Ne sa qualcosa Alberto Brignoli, portiere del Benevento. Se i giallorossi hanno un punto in Serie A in diciotto giornate è soprattutto merito dell’estremo difensore in prestito dalla Juventus. Lui ha segnato il clamoroso gol del due a due contro il Milan poche settimane fa, nel giorno del nefasto esordio di Gennaro Gattuso sulla panchina del Diavolo. La gioia è durata pochissimi giorni, perché Roberto De Zerbi ha deciso di mandare Brignoli in panchina e rispolverare Vid Belec, rimasto fuori in precedenza.

La risposta del campo non è stata entusiasmante. Il Benevento non ha una fase difensiva limpida e precisa, e questo si sapeva, ma con il Genoa è stato decisivo in negativo proprio Belec. L’ex Inter, dopo le indecisioni delle prime giornate, è tornato a fare una papera e ha atterrato Gianluca Lapadula all’ultimo minuto regalando il rigore della vittoria al Grifone. Solo scoramento per il povero Brignoli, passato in poche settimane da eroe della patria beneventana a riserva di Belec. Non gira benissimo al Benevento.