Connettiti con noi

Hanno Detto

Napoli, Calaiò: «Spalletti è un piano B, si puntava ad Allegri»

Pubblicato

su

Spalletti

Emanuele Calaiò parla della scelta di Spalletti nuovo allenatore del Napoli: ecco le parole dell’ex attaccante azzurro

Emanuele Calaiò ha parlato ai microfoni di Calcionapoli1926. Le parole su Spalletti, oggi annunciato dal Napoli.

SPALLETTI «In comune con Gattuso ha il modulo e quindi non stravolge l’assetto del Napoli. Forse è un piano B, perché in caso di Champions si puntava ad Allegri. Ma nonostante ciò stiamo parlando di un allenatore di spessore. Il problema sarà il mercato, bisognerà fare un po’ di cassa a causa della mancata Champions».

INSIGNE E CESSIONI «Per me è stato l’unico ad avere gli attributi di dire a Totti che aveva una certa età e che si doveva ragionare di squadra. Con Insigne sarà diverso, sono convinto che se lo terrà stretto. Invece non so se la società se lo terrà. Il Napoli deve fare cassa, se dovesse arrivare un’offerta importante non so come si metteranno le cose. Se si vuole fare cassa però bisognerà accontentarsi delle offerte, vista la crisi economica caudata dal Covid. Koulibaly e Fabian Ruiz per me sono i principali indiziati a partire».

JUVE «Alla Juve c’erano un po’ di problemi societari secondo me. Infatti ora è tornato Allegri ed è stato mandato via Paratici. A Pirlo è stata data una chance e non l’ha sfruttata. La Juve è andata in Champions per demeriti del Napoli, non meritava questo traguardo».