Calciomercato Real Madrid, l’anomalia di un’estate senza acquisti

Iscriviti
Perez Real Madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Incredibile, ma vero, il Real Madrid ha concluso la campagna estiva-autunnale di mercato senza alcun innesto e incassando più di 100 milioni dalle cessioni

Non è più lo stesso Florentino Perez. Il presidente che inaugurò l’era dei Galacticos riscrive la storia moderna del mercato di un Real Madrid che da oltre 30 anni non concludeva a secco una campagna acquisti. Già, perché i volti nuovi, si fa per dire, sono esclusivamente quelli dei rientranti Odegaard, Lunin e Odriozola. Una miseria se paragonata all’epoca dei botti ultramilionari dei vari Figo, Zidane, Ronaldo (Il Fenomeno), Beckham, Owen, Cristiano e così via fino al più recente Hazard.

Il Presidente è sempre lo stesso, ma evidentemente i tempi sono di molto cambiati. I disastri economici procurati dalla pandemia mondiale spaventano parecchio anche il calcio, motivo per cui in casa Real Madrid ci si è concentrati sull’abbassamento del monte ingaggi (liberandosi, tra gli altri, di James e Bale) così come sono ben 111 i milioni di Euro incassati dalle varie cessioni, tra cui spiccano quelle di Hakimi e Reguilon (passato per 30 milioni al Tottenham). Un risparmio totale quantificabile in più di 200 milioni complessivi, un tesoretto per far respirare il bilancio e, magari, tornare a sognare la prossima estate: un eventuale all-in su Kylian Mbappe sarebbe il modo più sensazionale per rinverdire i fasti di un tempo.