Connettiti con noi

Calcio Estero

Chelsea, Tuchel: «Calciatori non protetti. Perché non ci sono i cinque cambi?»

Pubblicato

su

chelsea
Ascolta la versione audio dell'articolo

Thomas Tuchel, allenatore del Chelsea, ha parlato al termine del match di Premier League vinto contro l’Aston Villa

Thomas Tuchel, allenatore del Chelsea, ha parlato al termine del match di Premier League vinto contro l’Aston Villa. Le sue dichiarazioni.

VITTORIA – «Abbiamo mostrato un’ottima reazione dopo il loro gol. L’autorete ha reso le cose molto complicate, ma la reazione è stata molto buona. Abbiamo difeso bene e non abbiamo concesso grandi occasioni. È stata una vittoria meritata frutto di un duro lavoro».

INFORTUNI E COVID – «Siamo preoccupati per i giocatori infortunati. Abbiamo lasciato giocare Callum Hudson-Odoi novanta minuti dopo che aveva avuto il Covid. Thiago Silva si è infortunato, così come Kanté. Kovacic sta giocando dopo l’infortunio e il Covid senza alcun allenamento sulle gambe. Stiamo solo riempiendo i buchi dove possiamo farlo. Affrontiamo squadre che non hanno impegni internazionali. Siamo nel mezzo della pandemia e ad alcune squadre stanno rimandando le partite e ad altre no».

CINQUE CAMBI – «Siamo l’unico campionato che gioca in inverno, cosa che amo, però così facendo non proteggiamo i giocatori. Tutti gli altri campionati hanno cinque sostituzioni e noi affronteremo questi avversari in Champions League. È un po’ frustrante. Il Brighton adesso contro di noi giocherà una partita super fisica poi avremo due gare contro il Tottenham, che è fuori dall’Europa ed è completamente concentrato su campionato e Carabao Cup».

INGRESSO DI LUKAKU – «Volevo creare agli avversari più problemi. Sono felice che fosse coinvolto nel gioco, è stato l’uomo della svolta. Abbiamo preso molti rischi con lui perché 45 minuti sono stati più di quanto consigliato dal dipartimento medico. Chissà se sarà stata la cosa giusta da fare».