Conferenza stampa Fonseca: «Crediamo nel nostro lavoro»

© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Fonseca, ecco le parole dell’allenatore della Roma per presentare il match contro l’Atalanta

Il tecnico della Roma, Paulo Fonseca, ha parlato in conferenza stampa per presentare la partita in programma domani contro l’Atalanta. Ecco le dichiarazioni del tecnico giallorosso:

ATALANTA – «Sarà una partita molto difficile. L’Atalanta è una grandissima squadra, molto aggressiva in difesa e con qualità in attacco. Attaccano in un modo particolare, hanno grandi giocatori ed un grande allenatore. Sarà sicuramente una delle partite più difficili».

CAMBIAMENTI – «Abbiamo già cambiato in altre partite, ma l’importante è non cambiare il nostro credo, i principi della squadra. Dopo due sconfitte è messo tutto in dubbio. Quando noi crediamo nel nostro lavoro ed abbiamo visto tante buone partite della squadra capiamo che non era tutto male ed abbiamo fatto anche bene».

MANCINI – «Lui a centrocampo è una possibilità, abbiamo fatto buone partite, con grande equilibrio».

PEREZ – «Penso che contro l’Atalanta sarà una partita molto particolare e non è, forse, il miglior momento per farlo giocare. E’ una grande responsabilità, non sarebbe facile giocare dall’inizio domani».

MOMENTO – «So che ci sono molte domande sulla conferenza di ieri. Io sono concentrato sul campo e sulla partita di domani. Non voglio commentare le parole del mio direttore sportivo. In questo momento non c’è un problema, non ci sono divisioni, lavoriamo per fare domani una buona partita».

DIAWARA – «Sta migliorando giorno per giorno. La prossima settimana può essere decisiva. Sta lavorando bene, parlo tutti i giorni col medico e con lui. Ha un’evoluzione ogni giorno, speriamo che la prossima settimana potrà iniziare con noi per capire come sta. I segnali sono molto positivi in questo momento».

ESTERNI – «E’ vero che Kluivert dopo l’infortunio non è stato come nella prima parte di stagione. Under, dopo l’infortunio di Zaniolo, ha fatto un paio di buone partite, ma dopo due sconfitte non si parla di uno o due giocatori, ma tutti. In questo momento abbiamo bisogno di esperienza nella squadra».

PERSONALITÀ – «Per giocare in una mia squadra devi avere sempre coraggio. Questa squadra lo ha avuto anche quando abbiamo perso, potrei parlare di diverse partite dove questo è accaduto».