Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Marquinhos: «Noi favoriti? Il Mondiale è difficilissimo»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Marquinhos, il difensore brasiliano ha parlato in vista dell’imminente Mondiale in Qatar: le sue parole

(Mauro Munno inviato al J Hotel) – Marqunhos, difensore del Brasile, in conferenza stampa in vista di Qatar 2022.

Sul gruppo e sulle sue condizioni: «Penso sia un gruppo che ha dimostrato di avere una qualità molto grande in preparazione. Ci sono tutti i giocatori che stanno facendo bene nelle loro squadre di club, portano tanta qualità. Penso che può essere che si comincia con una formazione e si finisca in un altro modo. Per questo è importante aver tanti giocatori, qui tutti possono fare la differenza. Io sto bene, due settimane fa ho avuto un fastidio che mi stava preoccupando, abbiamo deciso di prender qualche giorno di recupero e di fisioterapia e tornare poi poco a poco in allenamento. Oggi ho fatto tutto l’allenamento con la squadra».

Sull’essere i favoriti e sul centro sportivo: «Ci siamo trovati benissimo qua, era proprio quello che cercava lo staffa livello di struttura. Questo è un centro dove abbiamo tutto per prepararci nel migliore dei modi per il mondiale, per questo siamo venuti qui. Penso che quello che abbiamo fatto nelle partite di preparazione fa pensare che siamo favoriti, però abbiamo già visto nelle ultime edizioni che è un torneo difficilissimo. Tutte le nazionali sono pronte e possono fare una partita in cui ci mettono in difficoltà, questa è la coppa del mondo. Ci sono sempre nazionali che partono da favorite e magari non vanno lontano, per questo noi dobbiamo sempre pensare a lavorare. Fare ogni volta la partita della vita, se pensiamo che siamo i migliori non andiamo lontano».

Sul Mondiale senza l’Italia: «Mi dispiace per l’Italia, ho amici che volevano stare qui e ho sentito la loro tristezza e visto quando sono tornati i miei compagni al PSG. Una squadra che ha vinto l’Europeo che poi non va al mondale, è inatteso. Dimostra le difficoltà del calcio in Europa, mi dispiace però noi dobbiamo pensare al nostro calcio».

Sui tre compagni della Juve: «Sono importanti in nazionale, anche se Bremer è arrivato all’ultimo ha già dimostrato di essere un grande giocatore. Quello che ha fatto alla Juve ma anche il test in Nazionale l’ha portato a essere qui. Danilo e Alex Sandro son giocatori di grande esperienza e importanti per noi come visto nelle gare di preparazione».

News

video