Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Mourinho: «Cristante out, tutto il nostro lavoro nella spazzatura»

Pubblicato

su

L’allenatore della Roma Mourinho ha parlato in conferenza stampa in vista della partita contro il Genoa

José Mourinho, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Genoa.

SHEVCHENKO – «Il primo ricordo che ho è la prima volta che l’ho visto giocare e io facevo l’analista per il Barcellona in una partita di Champions. Dopo la storia l’ha fatta lui e c’è poco da dire: quando diventi Pallone d’Oro, vincitore di Champions League e tanti titoli, sei tu che fai la tua storia. Ed è una storia fantastica, di un giocatore fantastico. Questa è la prima esperienza da allenatore di club, ma ha fatto molto bene come ct dell’Ucraina. Ha dimostrato chiaramente di avere un’idea, filosofia, leadership, magari tranquilla e silenziosa perché è il suo profilo, e mi piacerebbe che gli possa capitare a lui quello che è capitato a me: la prima partita da allenatore ho perso e poi ho vinto tutto. Siccome gli voglio bene, per non dire benissimo, quello che gli auguro è che perda la prima e che poi abbia tanto successo e gioia nella sua vita da allenatore». 

CRISTANTE OUT – «Il lavoro che abbiamo fatto durante la settimana e che voi avete seguito e capito, va nella spazzatura. Non ci sono dubbi. Che abbiamo provato, lo abbiamo perso quando abbiamo perso Cristante. Con tanti altri problemi che abbiamo, ad esempio tre terzini sinistri tutti fuori, dobbiamo trovare soluzioni. C’è gente che si deve sacrificare e si deve adattare. Dobbiamo provare a giocare bene e portare via i punti. È un momento di difficoltà. Pellegrini? È una buona opportunità per capire chi di voi è più bravo. Solo io so chi gioca domani, nessun altro. Le vostre fonti non hanno acqua (ride, ndc). È successo tutto velocemente stamattina. Oggi non ci siamo allenati in riferimento alla partita. Sarà divertente per voi pensare come giocheremo». 

RUOLO ZANIOLO – «Non capisco la connessione con la questione Cristante. Bryan è stato un’opzione per noi contro il Bodo in difesa. Zaniolo non ci può giocare in quel ruolo. Non dirò se giocheremo a tre o quattro, lo ipotizzate voi. Le vostre fonti vi hanno detto che abbiamo fatto lavoro con la difesa a tre, ed è vero. Ma ora non dico se giocheremo a tre o quattro. Tutti sanno in che ruolo può giocare Zaniolo». 

PARTITA LA BUIO – «Abbiamo difficoltà noi e le hanno loro che non sanno chi giocherà. La difficoltà maggiore per me e Shevchenko sono le assenze. Giocare con una squadra che gioca con un allenatore per la prima volta ha più punti interrogativi. Non sarà tanto però l’idea di gioco, ma i giocatori che ha a disposizione. È difficile orientarsi, siamo in difficoltà. Non abbiamo terzini sinistri. Anche nei difensori centrali siamo in difficoltà. Cristante è out. È difficile. Abbiamo entrambe bisogno di punti. Sarà una partita divertente, come tutte le nostre. Ci sarà voglia di giocare bene e vincere».  

Advertisement

Facebook

Advertisement