Croazia-Inghilterra 2-1 (dts), Mondiali 2018: pagelle e tabellino

Croazia-Inghilterra, semifinale Mondiali Russia 2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

È finita con il sorprendente risultato di 2˗1, maturato dopo i tempi supplementari, la seconda semifinale tutta europea tra Croazia e Inghilterra. Il prossimo 15 luglio, a Mosca, si sfideranno, dunque, Francia e Croazia, in una sfida dal sapore totalmente inedito, dal momento che la Croazia sarà al debutto in una finale mondiale, dopo averla soltanto sfiorata nel 1998. Scongiurata, dunque, la riproposizione di uno storico scontro che avrebbe fatto tornare in mente una rivalità, quella tra Francia e Inghilterra, che risaliva al Medioevo, quando imperversava la Guerra dei Cent’anni.

La squadra di Southgate, dopo aver governato l’incontro per gran parte del match, si fa sorprendere dalla reazione guidata da Perisic, l’uomo in più, nel posto giusto, al momento giusto. La reazione al colpo subito non dà gli effetti sperati e la Croazia, sorniona, attende con pazienza il momento per attaccare. E proprio sul finire della seconda frazione supplementare, Mandzukic regalo un sogno ai croati, portandoli in finale. Continua la maledizione inglese, se possibile in maniera ancora più cruda di quella patita nel 1990, che costringe la Nazionale dei Tre Leoni a uscire, per l’ennesima, volta, sul filo del rasoio, a un passo dall’obiettivo

Croazia-Inghilterra 2-1: tabellino

Marcatori: 5′ pt, Trippier (I), 23′ st, Perisic (C), 4′ sts, Mandzukic (C)

Croazia (4-2-3-1): Subasic 6.5; Vida 6, Lovren 6, Vrsaljko 5.5, Strinic 5.5 (4′ pts, Pivaric ng); Brozovic 6.5, Modric 6.5 (13’ sts, BadelJ ng); Rebic 6.5 (11′ pts, Kramaric 6), Rakitic 5.5, Perisic 8; Mandzukic 8. CT: Dalic.

Inghilterra (3-1-4-2): Pickford 6.5; Trippier 7, Stones 6, Maguire 6; Henderson 6 (7’ pts, Dier ng); Walker 5 (8’ sts, Vardy ng), Lingard 6, Alli 5, Young 6 (1′ pts, Rose 6); Sterling 6 (28′ st, Rashford 6), Kane 6. CT: Southgate.

Arbitro: Cuneyt Cakir

Note: Ammonizioni: Mandzukic (C), Rebic (C)

MIGLIORE IN CAMPO ˗ CROAZIA:

Perisic 8: quasi inesistente per l’intero match, si sveglia intorno a metà ripresa e realizza il gol più importante della sua carriera; va su ogni pallone, in ogni zona del campo, è la variabile impazzita. Non contento, serve a Mandzukic il gol della speranza, che si concretizza in straordinaria realtà al termine del match

PEGGIORE IN CAMPO ˗ CROAZIA:

Strinic 5.5: salvo i minuti di ripresa dell’intera squadra nel secondo tempo, è il peggiore dei suoi con passaggi sbagliati a più riprese, anche molto semplici. Da rivedere in vista della finale

MIGLIORE IN CAMPO ˗ INGHILTERRA:

Trippier 7: ha l’autostima a mille, per gran parte della partita arriva con tempismo su ogni pallone, corre e recupera con costanza e umiltà. Ogni volta che scende sulla fascia, è un pericolo. Rallenta e perde di lucidità, come tutti i suoi compagni, a partire dalla seconda frazione

PEGGIORE IN CAMPO ˗ INGHILTERRA:

Alli 5: uno dei più deludenti, per il fatto di rivelarsi praticamente inesistente per gli interi 120’. Mai nel vivo del gioco, soffre la chiusura della difesa croata e non mette mai in mostra la sua eccellente qualità e creatività


Croazia-Inghilterra: diretta live e sintesi

SINTESI TEMPI SUPPLEMENTARI: Entrambe le squadre partono con il freno a mano tirato ma la squadra di Southgate mostra maggior accortezza e attenzione nella manovra e la prima nitida occasione per passare in vantaggio, capita proprio sulla testa di Stones. La Croazia si fa vedere a sprazzi in avanti, mai con la giusta convinzione. Maggiori appaiono le energie tra le fila inglesi ma la Croazia resiste stoicamente, provandoci con Mandzukic alla fine della prima frazione. Com’era accaduto per la seconda frazione regolamentare, la Croazia si sveglia, approfittando delle disattenzioni inglesi e passando clamorosamente in vantaggio con Mandzukic, sempre su assist del solito Perisic. Si gioca pochissimo nei restanti minuti, a causa delle numerose interruzioni di gioco ma l’Inghilterra appare davvero sulle gambe, non provandoci con la giusta convinzione e uscendo, per l’ennesima volta, quando tutto sembrava fatto. La Croazia agguanta la sua prima finale della storia mondiale

20′ sts – FINISCE QUI!!!! La Croazia accede per la prima volta in finale: è 2-1

19’ sts ˗ Deviazione netta con il braccio di Badelj: punizione da posizione interessante per gli inglesi

16′ sts – Scintille tra Dele Alli e Rakitic sul finire del tempo

15’ sts ˗ Assegnati 4’ di recupero

15’ sts ˗ Kramaric, da autentico egoista, calcia verso la porta, nonostante Perisic fosse liberissimo sul lato opposto: occasione sprecata

13’ sts ˗ Cambio per la Croazia: entra Badelj, esce Modric

13’ sts ˗ Sugli sviluppi del calcio di punizione, Lovren devia nettamente di testa ma Cakir non vede e non assegna il calcio d’angolo

9′ sts – Ultimo cambio per la Croazia: entra Corluka, esce Mandzukic, tra gli applausi

8’ sts ˗ Mandzukic rimane a terra in evidente stato dolorante, causato dai crampi

7’ sts ˗ Cambio per l’Inghilterra: entra Vardy, esce Walker

4′ sts – GOL CROAZIA!!!! Ancora una volta su assist di testa, all’indietro di Perisic, Mandzukic, da attaccante navigato, colpisce con il sinistro, infilando Pickford e portando i suoi in paradiso

2’ sts ˗ Perisic conquista un preziosissimo calcio d’angolo che libera Brozovic pressoché al centro dell’area: la conclusione dell’interista si perde a pochi centimetri dal palo

1′ sts – Dopo il necessario stop di recupero, le due squadre riprendono posto sul terreno di gioco per dar via alla seconda frazione supplementare: tocca alla Croazia battere

18′ pts – Finisce 1-1 il primo tempo supplementare

17’ pts ˗ Uscita a valanga di Pickford su Mandzukic: ha la peggio il croato che rimane a terra

16’ pts ˗ Kramaric prima e Modric poi provano a calciare verso Pickford, con tiri entrambi respinti dalla difesa

15’ pts ˗ Accordati 2’ di recupero

12’ pts ˗ Erroraccio di Modric che perde ingenuamente il pallone, prima di riuscire prontamente a recuperarlo con un grande intervento difensivo

11’ pts ˗ Cambio per la Croazia: entra Kramaric, esce Rebic

9’  pts ˗ Occasione Inghilterra. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Stones salta completamente in solitaria, deviando ottimamente con la nuca ma Vrsaljko, attentissimo, salva sulla linea

7’ pts ˗ Cambio per Southgate: entra Dier, esce Henderson

6’ pts ˗ Sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da Trippier, Maguire salta sopra l’avversario, nel tentativo di colpire di testa, e Cakir non può far altro che fischiare

4’ pts ˗ Primo cambio anche per Dalic: esce Strinic, entra Pivaric

4’ pts ˗ Strinic si ferma, per lui un problema agli adduttori della coscia destra

3’ pts ˗ Intervento falloso di Rebic nei confronti di Rose: calcio di punizione per l’Inghilterra

1′ pts – Cambio per Southgate: entra Rose, esce Young

1′ pts – Si comincia con il primo tempo supplementare: Cakir fischia il calcio d’inizio

Non sono bastati i tempi regolamentari a sancire la seconda finalista, si va ai supplementari

SINTESI SECONDO TEMPO: L’inizio della ripresa mette subito in mostra la reazione della squadra in svantaggio che prova a organizzare una timida ma sicuramente più convincente manovra rispetto a quella esibita nella prima frazione. Gli spazi chiusi, ermetici della difesa dei Tre Leoni, però, rendono ogni discesa croata sempre complicata a concretizzarsi in azione potenzialmente pericolosa. È evidente, allo stesso tempo, come manchi quella lucidità e quella freschezza che aveva contraddistinto i croati per buona parte del cammino russo. La squadra di Southgate sembra voler controllare, provando ad affondare il colpo soltanto nelle ripartenze ma al 23’ Perisic cambia le sorti del match, realizzando il gol del pareggio con un magistrale tocco al volo. Le redini dell’incontro si ribaltano e la Croazia va vicina, addirittura, al vantaggio sempre con Perisic che colpisce un clamoroso palo. L’Inghilterra stenta a realizzare una reazione ordinata e la Croazia, galvanizzata, va più volte vicina al vantaggio ma la sorte la porta per la terza volta consecutiva ai supplementari

48’ ˗ Cakir fischia la fine della seconda frazione: è 1˗1 si va ai supplementari

47’ ˗ Sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da Trippier, Kane impatta di testa, non trovando una pulita deviazione che finisce sul fondo

45’ ˗ Assegnati 3’ di recupero

45’ ˗ Possesso di palla prolungato per la Croazia, concluso con un tiraccio di Lovren che finisce direttamente in tribuna

42’ ˗ Lingard non riesce ad arpionare un pallone veloce ma non eccessivamente complicato, perdendo una buona occasione

41’ ˗ Strinic fa tutto bene, tranne l’ultimo decisivo passaggio per Perisic che perde il tempo e non arriva sul pallone

38’ ˗ Occasione Croazia. Grande stop di petto di Mandzukic in area, seguito da un repentino tiro con il destro, fermato a mani aperte da Pickford

37’ ˗ Perisic mette in mezzo all’area per Mandzukic ma il portiere è attentissimo e la blocca

36’ ˗ Rischio enorme di Trippier che compie un retropassaggio suicida: i croati ne approfittano ma solo a metà dal momento che Pickford riesce ad allontanare

35’ ˗ Rashford tenta lo scatto per tenere vivo il pallone, senza riuscirci

33’ ˗ Pessima conclusione di Henderson, direttamente in tribuna

32’ ˗ Lingard prova ad attaccare lo spazio lasciatogli in area da Vida ma il suo tiro, colpito con il piatto destro, si perde addirittura in rimessa laterale

28’ ˗ Cambio per Southgate: entra Rashford, esce Sterling

28’ ˗ Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Brozovic prova a sorprendere Pickford con un velenoso destro dalla distanza, che finisce altissimo sopra la traversa

28’ ˗ Grande pressione da parte della Croazia, in particolare con Modric, che guadagna un ottimo calcio d’angolo

27’ ˗ Occasionissima Croazia. Perisic sfrutta l’errata lettura di Maguire per inserirsi in area e con il sinistro colpire il palo lontano: sulla respinta Rebic colpisce come può ma Pickford non ha problemi a bloccare

23’ ˗ GOL CROAZIA!!!!!! Perisic anticipa Walker e Trippier e infila Pickford con la suola esterna della scarpa

21’ ˗ Contatto Vrsaljko˗Kane: ha la peggio l’inglese

20’˗ Occasione Croazia. Perisic, su un’azione piuttosto confusa, ha la possibilità di calciare una sorta di rigore in movimento, seppur con una folta barriera davanti, ma la sua conclusione si infrange proprio sul muro inglese

20’ ˗ Ennesimo errore di Strinic in apertura che mette Trippier nelle condizioni di far partire il contropiede, poi fermato da

18’ ˗ Sterling penetra in area di rigore a suon di dribbling, prima di essere toccato all’altezza della caviglia da Vida che lo sbilancia, facendolo cadere. Cakir vede ma non concede il calcio di rigore

16′ – Si coordina Rakitic da fuori area ma la sua conclusione finisce direttamente in tribuna

15’ ˗ Corpo a corpo deciso tra Lovren e Lingard: ha la meglio l’inglese

14’ ˗ Ennesimo calcio d’angolo concesso da Walker che colpisce malissimo il pallone, forse temendo l’intervento di qualche avversario

12’ ˗ Il delicato cross al volo di Trippier a cercare la deviazione di un compagno al centro dell’area viene allontanato da Lovren

11’ ˗ Lingard arriva a fari spenti a rimorchio di Young e prova il tiro da fuori area, deviato da Lovren in corner

9’ ˗ Scintille tra Walker e Rebic che porta all’ammonizione di Walker, reo di aver trattenuto maliziosamente il pallone con le mani per impedire la ripartenza croata

8’ ˗ Kane, con una magia, supera i marcatori, prima di essere abbattuto da Vrsaljko ma Cakir giudica l’intervento regolare

7’ ˗ Intervento in scivolata di Walker, con tempismo perfetto: rimessa laterale per i croati

4’ ˗ Passaggio nettamente sbagliato di Strinic nei confronti di Rebic, che si abbandona in un gesto di stizza poco giustificato nei confronti del compagno

3’ ˗ La prima ammonizione del match spetta a Mandzukic, reo di aver reagito in maniera scomposta

2’ ˗ Trippier subisce il netto fallo di Rebic e Cakir fischia il calcio di punizione che permette agli inglesi di ripartire dalla loro area

1’ ˗ Rebic cerca il numero all’interno dell’area ma cincischia troppo con il pallone e Stones recupera e allontana

1’ ˗ Cakir fischia il calcio d’inizio della seconda frazione: nessun cambio rispetto al primo tempo

SINTESI PRIMO TEMPO: Pronti via e l’Inghilterra sfrutta uno dei suoi principali cavalli di battaglia: il calcio da fermo. Sugli sviluppi di una punizione guadagnata da Alli da posizione centrale, Trippier la piazza sotto la traversa, sorprendendo un non proprio incolpevole Subasic. La Croazia fatica a reagire, dimostrando grandissima difficoltà in particolare sul lato sinistro, e l’Inghilterra si adopera in un continuo pressing offensivo. Intorno alla mezzora, Kane va vicino alla realizzazione del raddoppio ma prima Subasic e poi l’arbitro lo fermano. A quel punto, la Croazia, forse colta da eccessiva paura, si scaglia in avanti alla ricerca del gol del pareggio, andandoci per due volte vicino con Rebic. Dopo queste folate offensive, la partita torna in sostanziale equilibrio, in particolare a centrocampo e gli errori in disimpegno e le imprecisioni al tiro, da una parte e dall’altra, la fanno da padrone fin al termine della frazione. Piuttosto deludenti i due fari del centrocampo croato, Modric e Rakitic

46’ ˗ Si chiude 1˗0 per gli inglesi la prima frazione

45’ ˗ Assegnato 1’ di recupero

45’ ˗ Occasione sprecata per la Croazia con Rakitic che, anziché passarla al libero Modric, decide di fare tutto da solo, perdendo lo spunto grazie all’intervento salvifico di Stones

43’ ˗ Vrsaljko, in maniera troppo frettolosa, da posizione nettamente decentrata, lascia partire un tiro che si perde direttamente in tribuna

42’ ˗ Appoggio non semplicissimo di Stones nei confronti del suo portiere, che riesce, però, a liberarsi del pallone con grande abilità

40’ ˗ Vida subissato di fischi a ogni tocco di palla da parte dei numerosi tifosi russi presenti alla stadio

38’ ˗ Sterling prova a premiare il lancio sulla fascia di Trippier ma, nonostante la grande velocità, il pallone si perde sul fondo

36’ ˗ Occasione Inghilterra. Lingard, al limite dell’area, completamente solo, cerca il tiro preciso a sorprendere Subasic ma la conclusione, esageratamente debole, sfila a lato del palo, complice la deviazione (in fuorigioco) di Young

34’ ˗ Prodigioso intervento di Young in scivolata su Rebic, a sventare il potenziale destro dell’attaccante croato

32’ ˗ Rebic prova, nuovamente, a suonar la carica con un tiro da fuori area ma il suo tiro viene bloccato senza problemi da Pickford

30’ ˗ Clamorosa occasione fallita da Kane. Partito sul filo del fuorigioco, l’attaccante colpisce senza troppa convinzione ma la sua conclusione carambola su Subasic. L’azione prosegue e proprio sulla linea di fondo, lo stesso Kane prova ancora a sorprendere il portiere, colpendo il palo. Cakir, in ogni caso, aveva fermato erroneamente il gioco per fuorigioco

28’ ˗ Pickford tenta il dribbling su Mandzukic da posizione piuttosto pericolosa e fortunatamente il suo tentativo va a buon fine

27’ ˗ Lovren subisce la velocità di Sterling e non può far altro che atterrarlo, dopo aver ceduto alla trappola del dribbling

25’ ˗ Troppo profondo il traversone di Rebic che finisce innocuo tra le braccia di Pickford

23’ ˗ Fuorigioco chilometrico di Kane che prova ad arrivare comunque sul pallone ma Cakir non ha dubbi e fischia la punizione

21’ ˗ Rebic insiste con grande convinzione al limite dell’area ma il suo tiro viene respinto dalla difesa

19’ ˗ Occasione Croazia. Perisic prova a suonare la carica, con un tiro dalla lunghissima distanza: nonostante l’evidente deviazione di Walker, Cakir non concede il calcio d’angolo

18’ ˗ Pallone esageratamente potente e profondo di Rakitic per Vrsaljko: fallo laterale per gli inglesi

16’ ˗ Intervento in ritardo di Vrsaljko su Kane: calcio di punizione vicino alla rimessa laterale

15’ ˗ Nuovo anticipo di Maguire su Vida, sugli sviluppi di un nuovo calcio d’angolo: anche stavolta, però, la conclusione è imprecisa e finisce a lato del palo

14’ ˗ Decisivo contributo di Perisic che chiude in corner il traversone di Trippier

13’ ˗ Colpo di testa decisamente impreciso di Maguire che non riesce a bissare il gol realizzato contro la Svezia

12′ – Brozovic, all’altezza del cerchio di centrocampo, anticipa Young spedendo il pallone direttamente sul fondo: calcio d’angolo per gli inglesi

10’ ˗ Straordinaria e determinante chiusura con il tacco di Lovren, a impedire la discesa di Sterling

9’ ˗ Poco deciso Young si esibisce in un tentativo di rinvio, all’interno della sua area di rigore, a dir poco pericoloso: per sua fortuna, la palla finisce soltanto in corner

7’ ˗ Pickford tenta di premiare lo scatto di Sterling con una rimessa a lunghissima gittata ma Vida è attento e, con un intervento dal tempismo perfetto, sradica il pallone dai piedi dell’attaccante

5’ ˗ GOL INGHILTERRA!!!!! Sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da posizione centrale, al limite dell’area di rigore, Trippier la sblocca subito, superando la barriera con un tiro a giro che si infila sotto la traversa: Subasic ha più di qualche responsabilità

4’ ˗ Modric interviene in maniera scomposta sullo scatto di Dele Alli al limite dell’area: Cakir non ha dubbi e fischia punizione, da posizione molto invitante

4’˗ Colpo proibito con il gomito di Mandzukic: calcio di punizione

3’ ˗ Costante pressing ed elevata densità della Croazia durante il possesso palla dell’Inghilterra

1’ ˗ Il pressing alto di Lingard si trasforma in un intervento irregolare nei confronti di Lovren e Cakir non può far altro che fischiare

1’ ˗ Cakir fischia il calcio d’inizio del match: è l’Inghilterra a battere il primo pallone della semifinale

I ventidue di Croazia e Inghilterra sono scesi in campo e sono pronti a dare il via alla seconda semifinale tutta europea, con l’obiettivo di raggiungere la Francia in finale


Croazia-Inghilterra: formazioni ufficiali

Sono uscite le formazioni ufficiali. Un solo cambio per Dalic, che scioglie l’unico dubbio che aveva in mente: dal primo minuto, infatti, partirà Vrsaljko, al posto di Corluka. Interamente confermati gli undici di Southgate

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vida, Lovren, Vrsaljko, Strinic; Brozovic, Modric; Rebic, Rakitic, Perisic; Mandzukic. CT: Dalic.
Inghilterra (3-1-4-2): Pickford; Trippier, Stones, Maguire; Henderson; Walker, Lingard, Alli, Young; Sterling, Kane. CT: Southgate.


Croazia-Inghilterra: probabili formazioni e pre-partita

QUI CROAZIA – Dopo aver raggiunto la semifinale con il brivido dei calci di rigore, vinti contro i padroni di casa della Russia, la Croazia del ct Dalic potrebbe soffrire – rispetto agli avversari – di maggiore stanchezza. Il selezionatore balcanico non sembra avere molti dubbi di formazione, pressoché identica a quella delle precedenti partite. Piuttosto, si tratta di risolvere l’unico dubbio legato alle condizioni del terzino Vrsaljko, uscito per via di un problema fisico ai tempi supplementari. Al suo posto, nel caso non ce la facesse, potrebbe trovare spazio tra i titolari Corluka.

QUI INGHILTERRA – Dopo aver sfatato la maledizione dei rigori contro la Colombia e aver battuto la Svezia ai quarti di finale, la Nazionale dei Tre Leoni punta a sorprendere ancora. A separare l’Inghilterra dalla tanto attesa finale rimane soltanto la Croazia. Per l’occasione, allora, Southgate si affiderà – ancora una volta – al collaudato modulo del 3˗1-4˗2, composto dagli stessi uomini della precedente gara.

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vida, Lovren, Corluka, Strinic; Brozovic, Modric; Rebic, Rakitic, Perisic; Mandzukic. CT: Dalic.
Inghilterra (3-1-4-2): Pickford; Trippier, Stones, Maguire; Henderson; Walker, Lingard, Alli, Young; Sterling, Kane. CT: Southgate.


Croazia-Inghilterra: i precedenti del match

Tra le due compagini sono state finora disputate sette partite, che hanno visto una maggiore prevalenza della selezione inglese. La Nazionale dei Tre Leoni conduce infatti con quattro successi, due sono le vittorie croate e soltanto una la sfida terminata in parità. Mai incrociatesi in una fase finale di un Mondiale, Croazia e Inghilterra possono annoverare un solo incontro in un torneo internazionale: quello che risale alla fase a gironi di Euro 2004, terminato con il risultato di 4˗2 per gli inglesi, maturato grazie alle reti di Scholes, di Lampard e alla doppietta di Rooney (di Kovac l’iniziale vantaggio e di Tudor la seconda rete).

Per l’Inghilterra si tratta della terza semifinale della storia, dopo quella in casa del 1966 (vittoriosa contro il Portogallo) e quella persa ai rigori nel 1990 contro la Germania Ovest. Per la Croazia, invece, si tratta della seconda semifinale, dopo quella del 1998 pesa contro la Francia. L’Inghilterra non batte due nazionali europee nello stesso Mondiale dal 1982, quando riuscì a superare Cecoslovacchia e Francia.


Croazia-Inghilterra: l’arbitro del match

Sarà il turco Cuneyt Cakir il direttore di gara scelto dalla FIFA per dirigere la seconda semifinale tra Croazia e Inghilterra. Un arbitro esperto e navigato, classe 1976, assicuratore di professione, che ha fatto il suo esordio su un campo da calcio, come arbitro, nel 2001, diventando internazionale nel 2006. Questo sarà il suo terzo Mondiale. In questa stagione, Cakir ha diretto ben 32 partite tra Champions League (tra cui Juventus˗Real Madrid), Super Lig, Qualificazioni Mondiali e coppe minori. Nell’edizione di Russia 2018, infine, ha già diretto Marocco˗Iran, lo scorso 15 giugno, finita 1˗0 per gli asiatici e Argentina˗Nigeria, conclusasi con il risultato di 2˗1.


Croazia-Inghilterra Streaming: dove vederla in tv

Croazia-Inghilterra sarà trasmessa a partire dalle ore 20 in diretta in chiaro sulle frequenze satellitari di Canale 5 (anche in HD al canale 505 del digitale terrestre) e su quelle di Mediaset Extra (canale 34 del digitale terrestre, 534 in HD) con il commento irriverente della Gialappa’s Band. Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile direttamente tramite il sito Mediaset e tramite l’app Mediaset Mondiali FIFA 2018, oltre che sulle frequenze radiofoniche di Radio 1.