Connettiti con noi

Juventus News

Napoli, De Laurentiis: «Champions ed Europa League da abolire, questo calcio è noioso»

Michele Ruotolo

Pubblicato

su

de laurentiis napoli

Il numero uno del Napoli Aurelio De Laurentiis spara a zero contro l’attuale conformazione delle coppe europee: il presidente partenopeo suggerisce una propria ricetta

Aurelio De Laurentiis ancora una volta non le manda a dire: il presidente del Napoli, intervistato stamane dal Corriere della Sera, ha di fatto bocciato ogni proposta di riforma della Champions League e dell’Europa League in vista dei prossimi anni. Secondo il numero uno azzurro, di fatto, è tutto da rifare: «La Champions e l’Europa League vanno abolite. La Champions è ormai per pochi eletti mentre l’Europa League è diventata una sorta di premio di consolazione – ha sentenziato ADL . Le avvicenderei con un unico torneo di ottanta squadre, cui accedano le prime sette della classifica dei campionati italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo e le prime quattro degli altri. Lo chiamerei European Cup e le partite si giocherebbero il martedì, mercoledì e giovedì, rispettando così la collocazione dei campionati nazionali durante il fine settimana».

Campionati di cui però, in verità, De Laurentiis comunque lamenta la competitività: «È tutto molto obsoleto, spesso ci si confronta con degli sparring partners. Si gioca troppo e in maniera poco spettacolare. Per divertici dobbiamo guardare Manchester City-Tottenham o Barcellona-Liverpool, il nostro calcio sta diventando noioso». Non può essere una soluzione però la Super Champions League proposta di recente dalla UEFA su appoggio dell’ECA, l’associazione dei grandi club europei guidata dal presidente della Juventus Andrea Agnelli: «Agnelli è un uomo intelligente, non credo abbia in mente un torneo di questo tipo che sarebbe riduttivo per il calcio europeo. I buoi stanno uscendo dalle stalle e tra poco diminuiranno gli spettatori sia negli stadi reali che in quelli virtuali. I ragazzini sono presi solo dagli electronics games. La velocità e il ritmo di questi giochi non vengono riprodotti in una partita reale».

La chiosa è per Carlo Ancelotti, di cui il presidente partenopeo si dichiara ancora soddisfatto nonostante i risultati non eccellenti di questa stagione: «Sono soddisfatto del lavoro di Ancelotti. Con Cristiano Ronaldo la Juventus ha alzato l’asticella dei punti, ma noi siamo in linea con il punteggio delle migliori squadre europee».

Advertisement