Connettiti con noi

Nations League

Genio Depay, magia alla Ronaldinho per umiliare la Bosnia – VIDEO

Pubblicato

su

Depay

La vittoria dell’Olanda contro la Bosnia in Nations League ha avuto come assoluto protagonista Depay, autore di alcune giocate pazzesche

Se il nome di Memphis Depay è sulla lista degli acquisti del Barcellona da mesi, una motivazione ci deve essere. Il numero 10 oranje è stato semplicemente immarcabile contro la Bosnia, match nel quale ha più volte irriso i difensori balcanici.

Genio e sfrontatezza nell’interpretazione del calcio per il ventiseienne di Moordrecht. La chicca con cui ha scavalcato Cimirot a inizio ripresa vale da sola il prezzo del biglietto. Tocco d’esterno destro, “sombrerito” e rapida giravolta per lasciare alle spalle il difensore. Una magia da brasiliano, alla Ronaldinho o alla Neymar.

(GIF wittyfutty.com)
E questo non è stato l’unico “trick” di Memphis durante l’esibizione dell’Amsterdam Arena. Un’infinita sequenza di finte e colpi di tacco, sempre sul sottilissimo limite della provocazione. O forse oltre, se consideriamo la reazione del suo avversario diretto Todorovic.

Stufo per le continue umiliazioni, il terzino destro bosniaco ha deciso di farsi giustizia con un leggero ma plateale pestone a palla ormai lontana. Fin troppo evidente messaggio ai naviganti per sottolineare quanto ormai la pazienza fosse agli sgoccioli. Ma, cartellino giallo in primis, le conseguenze non sono state un sollievo per Pjanic e compagni.

Insomma, Depay ha certificato una volta di più la sua indole artistica e irridente. Come nei suoi rap da milioni di visualizzazioni su Youtube, video nei quali spesso sono co-protagonisti altri calciatori, da Promes all’ex romanista Kluivert.

Ma il meglio, l’attaccante dell’Olympique Lione, lo regala sul rettangolo verde. Talento purissimo che proprio in Francia ha saputo affinarsi ed emergere in tutta la sua lucentezza, dopo un’esperienza piuttosto oscura al Manchester United. Memphis è spaventosamente maturato, diventando leader della selezione Oranje con Koeman e De Boer.

Con un contratto in scadenza il prossimo giugno e un rinnovo assai improbabile con il club del Presidente Aulas, l’asta internazionale sarà certezza. La volontà delle parti in causa sembra spingere in direzione Barcellona, ma si sa, le vie del calciomercato sono infinite per definizione.