Connettiti con noi

News

Disastro Juventus, cosa non sta funzionando durante questa stagione calcistica?

Pubblicato

su

Con la sconfitta subita dal Benfica, il club bianconero deve dire addio alla Champions League, ma anche per quel che riguarda il campionato italiano la Juventus non brilla. Sembra che la squadra sia, anzi, sprofondata in un profondo abisso dal quale è necessario tirarsi fuori al più presto, come facilmente intuibile dalle quote offerte da bookmakers come sportweddenschappen24. I tifosi imputano le pessime prestazioni al mister Massimiliano Allegri, chiedendone addirittura le dimissioni ma, probabilmente, sono tanti i fattori che contribuiscono a determinare i continui fallimenti della Juventus di quest’anno. 

“Inutile insistere con le rape” 

Dopo la durissima sconfitta contro il Benfica nel match del 25 ottobre, la Juventus è stata ufficialmente trascinata fuori dalla Champions League. Fortunatamente hanno salvato la squadra dall’umiliazione totale Kean, Milik e Mckennie che sono riusciti a regalare alla Juventus tre reti, avvicinandosi ad un miracoloso pareggio. E infatti sono proprio i giovani a cui i tifosi vorrebbero vedere dato più spazio, perché si ritiene che il problema principale della squadra siano proprio i veterani.

Dopo il match Ezio Greggio ha, infatti, sentenziato ironicamente “è inutile insistere con le rape, non si ricaverà mai barolo”. La rosa, infatti, include nomi di altissimo livello e calciatori in grado di sostenere performance ottime, eppure in campo vige una certa staticità, un immobilismo che già da tempo avrebbe dovuto allarmare Massimiliano Allegri. E per chi si dispera per l’eliminazione dalla Champions, lo si deve ammettere: la Juventus poteva ritenersi eliminata già in seguito alla pesante sconfitta subita contro il Maccabi Haifa.

Occorre cambiare la guida tecnica? 

L’hashtag #AllegriOut continua ad essere diffuso su tutti i principali social network, indice del fatto che i tifosi bianconeri imputino le tremende sconfitte ad un’ inopportuna guida tecnica.
Dal nostro punto di vista non è necessario cambiare il mister, ma occorre assolutamente capire che il calcio moderno si evolve continuamente e che bisogna evolvere anche la modalità di gioco, gli schemi e, chiaramente, anche la disposizione dei giocatori in campo.

Non siamo certo professionisti, ma ci sembra sempre più scontato che un cambio di passo deve essere effettuato, e si deve cominciare dando più spazio ai giovani giocatori della rosa.
A questi non viene mai dato modo di fornire il proprio contributo in campo ma quando lo fanno, come nel match contro il Benfica, i risultati sembrano abbastanza evidenti.

La Juventus si risolleverà?

La speranza è l’ultima a morire, e non possiamo credere che la Juventus possa concludere il campionato accontentandosi di un ottavo, nono posto all’interno della classifica. Siamo certi che la vecchia signora riuscirà a guadagnare un po’ di terreno, ma per farlo è seriamente necessario rimodulare le modalità di gioco e , perché no, sperimentare nuove strategie offensive.

News

video