Fantacalcio, i consigli: i migliori centrocampisti

© foto www.imagephotoagency.it

Un ruolo fondamentale per il fantacalcio, tanti bonus e possibili scommesse

FANTACALCIO CONSIGLI CENTROCAMPISTI  – Dopo gli approfondimenti dedicati a portieri e difensori ecco il turno dei consigli di Calcionews24.com sui centrocampisti più indicati per la prossima stagione fantacalcistica. Il centrocampo, a dire di molti, risulta alla fine dei giochi il ruolo cardine su cui fondare una vittoria: la possibilità di schierare elementi dal bonus facile accanto ad affidabili titolari dalla media voto alta può costituire una buona base su cui costruire una stagione ricca di soddisfazioni. In questo senso esistono più linee di pensiero: ci sono i patiti del “falso centrocampista”, ovvero quel giocatore che in realtà gioca più spesso come esterno offensivo, e ci sono i più prudenti sostenitori della continuità e delle sufficienze garantite. La soluzione giusta potrebbe prevedere un paio di elementi più estrosi, e più offensivi, ad impreziosire un gruppo di centrocampisti solidi e continui.

GARANZIE VIOLA – Percorrendo il panorama della Serie A in procinto di partire, e partendo dunque dall’Atalanta, troviamo una situazione in divenire relativamente ai due punti di forza Cigarini e Bonaventura. Se le sirene di mercato si riducessero alla fine in un nulla di fatto sarebbero entrambi consigliabili, il primo in coppia con Baselli che scalpita e il secondo per la capacità di abbinare buoni voti a bonus in quantità. Moralez, reduce dalla stagione del riscatto, perde in continuità ma porta bonus più che mai graditi là davanti. Il Cagliari di Zeman vede probabilmente in Ekdal l’elemento più interessante: l’ex Bologna è chiamato ad esplodere definitivamente. Conti garantisce una buona media voto, confidando in meno cartellini, mentre il redivivo Cossu potrà dare soddisfazioni (assist in quantità) anche per la posizione più avanzata. In casa Cesena  ci sentiamo di consigliare fondamentalmente due elementi: un titolare low cost, possibile rigorista, come Cascione e potenzialmente anche Brienza per la sua  posizione avanzata, considerando però un posto da titolare non garantito e l’età che comunque avanza. Nel Chievo di Corini spicca Birsa, arrivato dal Milan per essere protagonista e dotato di caratteristiche prettamente offensive, così come merita fiducia  Hetemaj: titolare dalla discreta media voto, col solo difetto di qualche cartellino di troppo. Affidabile, a basso costo, anche il nuovo arrivato Izco. Empoli, invece, è da sempre una piazza che consente ai giocatori (magari in prestito da qualche big) di esplodere ad alti livelli: basti pensare in passato a Giovinco o Saponara. Quest’anno si spera che la stessa sorte possa toccare al trequartista Verdi ed a Vecino: meritano entrambi una scommessa. Si resta in Toscana per arrivare al sempre interessante centrocampo della Fiorentina: Cuadrado, in caso di permanenza, e Borja Valero rimangono tra i top assoluti nel ruolo. Anche Aquilani, coi suoi inserimenti, può dare soddisfazioni mentre il rinato Vargas,  a sorpresa, può essere una scommessa vincente. L’esperimento di Gasperini,  che vede Kucka giocare nei tre davanti, rende lo slovacco un elemento interessante in ottica fantacalcio, anche Perotti merita la scommessa grazie alle qualità offensive adesso al servizio del Genoa.

ABBONDANZA  BIANCONERA  – L’Inter vedrà il giovane Kovacic chiamato ad una prova di maturità e, soprattutto, alla ricerca di quel gol tanto atteso. La sensazione è che arriveranno sia i gol che le conferme. Altro nome interessante in ottica fantacalcio è quello di Hernanes, per i suoi bonus, mentre M’Vila e Medel (quest’ultimo soprattutto) hanno caratteristiche prettamente difensive, poco in linea con spese eccessive in sede d’asta. Squadra più attraente per quanto riguarda il centrocampo è probabilmente la Juventus, con un vero top del ruolo che risponde al nome di Vidal pronto a non deludere chi investirà (tanto) su di lui. Si cade sempre in piedi con Pogba, Marchisio e Pirlo, che difficilmente soffrirà il tanto discusso rapporto con Allegri. Pereyra, molto versatile, può valere la scommessa. Se in  casa bianconera spicca Vidal, spostandosi sulla sponda biancoceleste di  Roma è Candreva il grande nome che merita l’investimento importante. La Lazio presenta peraltro un’altra garanzia come Parolo: spesso in gol, titolare e dalla media voto comunque positiva. Stesso discorso per Lulic, occhio comunque ai cartellini. Nel Milan occorre specificare come il nome più appetibile, quello di Montolivo, costringa chi vorrà puntare su di lui ad attendere ancora un bel po’. Altro nome valido può essere quello di Poli, versatile e portatore potenziale di bonus. Venendo alla situazione in casa Napoli Callejon merita un discorso a parte: se considerato centrocampista merita ogni fantamiliardo  speso, risultando tra i migliori in assoluto. Potenzialmente il discorso vale anche per Hamsik, dopo una stagione partita bene ma proseguita in modo deludente: l’ultima stagione in ombra, magari, potrebbe abbassare un po’ il prezzo. Mertens, bonus assicurati, ed Inler sono gli altri pezzi pregiati.

SOLIDITA’ GIALLOROSSA – Nel Palermo troviamo un consiglio che offre garanzie e titolarità assicurata, ossia il capitano Barreto, così come un giocatore più offensivo che può valere la scommessa, come Vazquez. Passando al Parma l’arrivo di Lodi permette all’ex catanese di scalare le classifiche di gradimento, per la nota  abilità sui calci piazzati, andando ad affiancare Biabiany tra i consigliati nei ducali. La Roma, così come la Juventus, offre la più ampia scelta a metà campo, con elementi solidi e continui affiancati al talentuoso Pjanic. Nell’ordine Strootman, Nainggolan e De Rossi sono consigliati, Florenzi invece lascia sperare in quanto a bonus. L’unico centrocampista che ci sentiamo di consigliare in casa Sampdoria è  Soriano, Palombo potrebbe risentire dell’arrivo di Campana nello stesso ruolo e Obiang sembra in leggero declino nelle gerarchie. Anche il Sassuolo risulta piuttosto povero in questo ruolo, dal punto di vista fantacalcistico: Magnanelli, Biondini e Brighi possono essere soltanto riempitivi in leghe numerose, data la titolarità (soprattutto i primi due). Nel Torino di Ventura il nome giusto su cui puntare, dopo una buona stagione, è quello di El Kaddouri. Nocerino è, invece, atteso all’anno del riscatto dopo una stagione opaca: in leghe numerose può meritare un tentativo. Scommessa vera e propria Sanchez Mino: deve ambientarsi, ma chissà. L’Udinese vede in Kone e Fernandes i più interessanti in ottica fantacalcio, al di là di eventuali perplessità sull’utilizzo nel 3-5-2 i bonus saranno numerosi. Allan, invece, offre solidità a prezzi non elevati. Infine l’HellasHallfredsson e Tachtsidis sono pupilli di Mandorlini e le chiavi del centrocampo sono nelle loro mani. L’ex bolognese Christodoulopoulos, data la versatilità, troverà spazio: spesso anche nei tre davanti.

TOP PLAYER: Cuadrado, Borja Valero, Vidal, Pogba, Pirlo, Candreva, Callejon, Mertens, Hamsik, Pjanic, Strootman.

TITOLARI LOW COST: Cascione, Ekdal, Vecino, Hetemaj, Barreto, Magnanelli, Allan, Hallfredsson.

BONUS: Bonaventura, Moralez, Birsa, Verdi, Perotti, Kovacic, Hernanes, Parolo, Vazquez, Biabiany, Florenzi, Soriano, Fernandes.