Francia, Frey: “Vorrei un ct obiettivo”

© foto www.imagephotoagency.it

Il portiere della Fiorentina Sebastien Frey, grande escluso dai convocati della nazionale francese per i prossimi mondiali, torna a parlare della panchina transalpina: “Blanc ct della Francia dopo Domenech? Laurent un amico, abbiamo giocato insieme nell’Inter. Ha fatto grandi cose col Bordeaux ed è un’ottima persona. E’ l’uomo giusto per guidare la nazionale francese. Ha grande carisma, non per nulla tutto lo chiamavano Le Presidetn . Blanc ct un bene per me? Io chiedo solo di avere un ct obiettivo, cosa che non c’è stata con Domenech: la cosa mi ha molto addolorato. Sono molto deluso dal fatto che Domenech non mi abbia mai chiamato per la qualificazioni al Mondiale. Auguro alla Francia di arrivare lontano al Mondiale, ma non sarà  facile, ci sono tante buone squadre. Rappresentare il proprio Paese è un onore, spero ancora di poterci riuscire in futuro”. Poi ha proseguito: “E’ la prima volta che vado a Montreal e non vedo l’ora di visitare la città . Con l’Impact sarà  un’amichevole, è vero, ma il nostro obiettivo è quello di regalare un bello spettacolo al pubblico di Montreal, dove sappiamo esserci una grande comunità  italiana. La nostra stagione? L’eliminazione col Bayern ha fatto molto male e poi abbiamo giocato tante partite senza un sacco di infortunati. A fine stagione ne abbiamo risentito a livello fisico”. Poi chiude sull’amichevole che i viola giocheranno giocare contro la Juventus nella tournèe canadese “La partita contro la Juve in Canada? Non può essere un’amichevole, non esistono amichevoli tra Fiorentina e Juventus: è la nostra nemica giurata”, riporta fiorentina.it.