Connettiti con noi

Inter News

Inter, Marotta: «Lautaro? Sono ottimista che possa rimanere con noi. Sullo scudetto…»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Marotta inter

Giuseppe Marotta, poco prima del fischio d’inizio del match tra Inter e Sampdoria ha rilasciato alcune dichiarazioni

Il direttore sportivo dell’Inter Marotta a pochi minuti dall’inizio del match tra la squadra di Conte e la Sampdoria ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

«Dichiarazioni di Conte stimolo? Sicuramente sono uno stimolo, condiviso da tutti. Sono 13 partite, 39 punti. Può succedere di tutto davanti e dietro. Da stasera dobbiamo essere carichi e motivati, tre punti contro la Sampdoria può essere un buon viatico. Lautaro? Che sia oggetto di attenzioni di mercato è risaputo frutto del suo straordinario inizio di stagione. Lo vogliono in tante squadre. L’Inter è una società che non intende vendere i propri calciatori, per cui se il calciatore non manifesta la volontà di andare noi lo teniamo. Una partita non fa testo, credo che non si possa valutare solo per quello che ha fatto con il Napoli. Lautaro è giovane e lusingato dall’attenzione di altri club, è uno stimolo per fare bene. Da parte nostra c’è voglia di trattenerlo, da parte sua non c’è mai stata una manifestazione concreta di volersene andare.

CRESCITA INTER – «La prima cosa è la stabilità della società attraverso la permanenza di azionisti innamorati dell’Inter che vogliono raggiungere obiettivi importanti. Quando c’è una società così anche la squadra lavora nel migliore dei modi. Sta a noi alzare il livello del gruppo attraverso la continuità societaria. La famiglia Zhang vuole essere protagonista e noi ci stiamo abituando, abbiamo iniziato un ciclo con Conte, continuiamo su questo cammino e vogliamo toglierci tante soddisfazioni».

FUTURO CALCIO – «Diciamo che la gente vuole tornare alla normalità e quindi lo sport e il calcio, che è un fenomeno sociale, serve ad alleviare le sofferenze. Tutti hanno sofferto e attraverso il calcio può tornare la spensieratezza e la felicità. Questo ha spinto il movimento calcistico a ripartire. Questo il primo obiettivo raggiunto grazie a Gravina e Dal Pino. Dovremo vedere la reazione del campo adesso, di conseguenza si vedrà. Abbiamo tentato di proporre alcuni situazioni, ma il consiglio federale si è espresso in modo diverso. Non è un dramma, ci adeguiamo facendo in modo che il merito del campo sia valutato nel migliore dei modi».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Advertisement