Juventus, in Champions puoi eguagliare il Milan di Capello!

bonucci barcellona-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Nel 1992-1993 il Milan di Fabio Capello vinse la Champions League subendo appena 2 gol in tutto il torneo. Ecco perché la Juventus può eguagliare questo record

E’ la difesa il punto di forza della Juventus delle ultime stagioni, proseguendo un ciclo iniziato con la ‘nascita’ della BBC con Conte e poi con Allegri. Il muro a tre impersonificato da Barzagli, Bonucci e Chiellini quest’anno è virato, causa passaggio difesa a 4, alla coppia centrale Bonucci – Chiellini a far da scudo davanti a Buffon, con Barzagli spesso relegato in panchina. Ma il risultato finale non è cambiato, anzi, ne è diventato ancor più il punto di forza della squadra, fino ad esaltarsi nel cammino in Champions League dalla fase a gironi fino alle semifinali col Monaco. Un cammino in crescendo, quello della Juventus di Allegri, dapprima tra alcuni alti e bassi nel girone comunque superato a pieno voti con Siviglia, Lione e Dinamo Zagabria, poi con la maturità dei grandi nel doppio confronto col Porto e infine la consacrazione nella top 4 d’Europa battendo il Barcellona 3-0 e senza subire gol nei due appuntamenti, riuscendo a disinnescare al Camp Nou la MSN blaugrana di Messi, Suarez e Neymar.

Juventus, in Champions puoi eguagliare il Milan di Capello!

Un dato impressionante quello dei bianconeri in Europa: la Juventus ha incassato appena 2 reti nelle 10 partite fin qui disputate nella massima competizione continentale, una media da 0,20 a partita. Ragion per cui la Vecchia Signora è ancora in corsa per eguagliare il record del Milan di Fabio Capello che nella stagione 1992/1993 trionfò in Champions League con soli 2 gol al passivo: le altre grandi difese della storia della Champions rispondono al nome dell’Ajax 94-95 di Van Gaal con 4 gol subiti, l’OM di Goethals del 92-93 (4), il Barcellona 05-06 di Rijkaard con 5 reti subite, il Real 97-98 di Heynckes  (5).