Juventus-Lazio 2-3: pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Lazio, finale Supercoppa Italiana 2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La Juventus di Allegri riparte con una, pesante, sconfitta. Il pre-campionato dei bianconeri ha mostrato delle crepe strutturali e la sfida di questa sera è stata indicativa. La Juventus a trazione anteriore, al momento, non funziona. I bianconeri non hanno equilibrio e soffrono tanto in difesa. Non può pesare solo l’addio di Bonucci o quello di Dani Alves. I bianconeri hanno dimostrato di non essere squadra e dovranno cambiare marcia in vista della nuova stagione. Ottima prova invece della Lazio che con una grande prestazione, escludendo i 5′ di follia nel finale, ha meritato di vincere la Supercoppa Italiana. I biancocelesti hanno atteso la Juve e hanno colpito la difesa bianconera che si è sciolta come neve al sole. Decisivo il tap-in di Murgia, gioiellino della Primavera, portato in prima squadra da Inzaghi.

JUVENTUS-LAZIO: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Juventus-Lazio 2-3: pagelle e tabellino

MARCATORI: 32′ pt rig., 9′ st Immobile, 45+3 st Murgia (L); 40′ st, 45′ st rig. Dybala (J)

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon 6,5; Barzagli 4,5, Benatia 4,5 (11′ st De Sciglio 5), Chiellini 5,5, Alex Sandro 5,5; Khedira 5, Pjanic 4,5; Cuadrado 4,5 (12′ st Douglas Costa 6,5), Dybala 6,5, Mandzukic 4,5 (27′ st Bernardeschi 6); Higuain 4,5. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Lichtsteiner, Marchisio, Asamoah, Rugani, Sturaro, Bentancur, Kean. Allenatore: Allegri.

LAZIO (3-5-1-1) – Strakosha 7; Wallace 6,5, de Vrij 7, Radu 6,5; Basta 7 (30′ st Marusic 5), Parolo 7, Leiva 6,5 (35′ st Murgia 7), Luis Alberto 7, Lulic 6,5 (30′ st Lukaku 6,5); Milinkovic-Savic 7; Immobile 7,5. A disp.: Vargic, Guerrieri, Hoedt, Luiz Felipe, Patric, Di Gennaro, Felipe Anderson, Palombi, Caicedo. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Massa di Imperia

NOTE: AMMONITI: Buffon, Mandzukic, Pjanic (J); Lucas Leiva, Lulic, Parolo (L)

LAZIO – IL MIGLIORE

IMMOBILE 7,5 – Voleva sfatare il tabù Juventus e ci riesce alla perfezione! Realizza il gol dell’1-0 procurandosi e trasformando il calcio di rigore nel primo tempo e realizza il gol del 2 a 0 da vero bomber, anticipando nettamente Barzagli. Gioca una grande partita e crea numerosi pericoli alla retroguardia bianconera. Ventura, in tribuna, sorride.

LAZIO – IL MIGLIORE

STRAKOSHA 7 – In tanti meriterebbero una menzione d’onore ma la sua parata, dopo appena 3 minuti, è decisiva! Evita alla Lazio di partire con l’handicap grazie a un grande intervento e risponde presente nelle poche volte che viene chiamato in causa. La Lazio, semmai ci fosse bisogno di una conferma, ha trovato il portiere del futuro.

JUVENTUS – IL MIGLIORE

DYBALA 6,5 – E’ decisivo, è innegabile ma non si può dimenticare la sua assenza dal terreno di gioco per circa 85 minuti di gioco. Realizza il gol dell’1-2 su punizione, quello del 2-2 su rigore e dà una speranza alla Juventus ma la sua assenza per tutta la gara è inspiegabile.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

BARZAGLI e BENATIA  4,5- La difesa della Juventus fa una tremenda fatica a contenere le avanzate dei giocatori laziali e i due calciatori vanno in grande difficoltà. Barza soffre da terzino e affonda insieme ai suoi compagni di reparto.

Juventus-Lazio: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La Lazio ha strapazzato la Juventus anche nella ripresa ma ha rischiato seriamente la beffa nei minuti di finali. I biancocelesti hanno rianimato una Juve apparsa senza anima e senza grosse idee e hanno rischiato di andare ai supplementari. La doppietta di Dybala ha illuso la Juve. I problemi difensivi sono anche problemi di tenuta mentale, come dimostra il gol del 2-3 incassato dai bianconeri allo scadere, e Allegri dovrà lavorare tanto quest’anno!

45’+5 – E’ finita! La Lazio batte la Juventus per 2-3 e vince la Supercoppa!

45’+3 – La Lazio ci crede ancora e trova il gol del 2-3: Lukaku supera nettamente De Sciglio e mette al centro, Murgia non sbaglia il tap-in e fa impazzire la parte biancoceleste dell’Olimpico.

45′ – La Juve insiste e Alex Sandro trova il calcio di rigore per un fallo di Marusic. Dal dischetto Dybala spiazza Strakosha e trova il clamoroso 2-2.

40′ – Ammonito Parolo per un fallo su Dybala. Dal calcio di punizione che ne consegue nasce il gol dell’1-2: la Joya si incarica della battuta e non sbaglia.

35′ – Terzo cambio per Inzaghi: out Lucas Leiva, dentro Murgia.

31′ – Bella conclusione di Luis Alberto, Buffon si supera e devia in angolo. Nulla di fatto dalla bandierina.

30′ – Doppio cambio per la Lazio: in Marusic e Lukaku, out Basta e Lulic.

28′ – Scintille tra Immobile e Pjanic. Contatto tra il laziale e il bianconero, il centrocampista reagisce ma si ferma prima di colpire l’attaccante. Massa però sventola ugualmente il cartellino nei confronti del bosniaco.

27′ – Terzo cambio per la Juventus: fuori Mandzukic, dentro Bernardeschi. Berna va a destra, Douglas Costa prende il posto del croato sulla sinistra.

26′ – Ancora Douglas Costa che serve un pallone invitante ma Higuain è in ritardo e non riesce sul tap-in.

25′ – Ammonito Lulic per un fallo su Dybala.

24′ – Spinge ancora la Juventus. Conclusione da fuori di Pjanic, il portiere laziale controlla senza affanni.

23′ – Spunto di Douglas Costa che si accentra e calcia ma Strakosha fa buona guardia.

19′ – Buona azione personale di Dybala che viene steso da de Vrij al limite dell’area di rigore. Conclusione di Pjanic, palla alta.

15′ – Numero di Lulic, palla per Immobile che viene anticipato proprio sul più bello da Buffon.

12′ – Doppio cambio per la Juventus: fuori Benatia, dentro De Sciglio; fuori Cuadrado e dentro Douglas Costa.

9′ – Raddoppio della Lazio: cross dalla destra di Parolo, Immobile salta davanti a Barzagli e con uno splendido colpo di testa regala lo 0-2 alla sua Lazio.

7′ – Ammonito Mandzukic per proteste.

5′ – Higuain mette in movimento Cuadrado che aggancia splendidamente il pallone ma viene murato da Radu.

4′ – Imbucata di Chiellini, sponda di Higuain per Dybala ma de Vrij recupera e manda il pallone in angolo.

1′ – Inizia il secondo tempo. Riparte la sfida tra Juventus e Lazio.

SINTESI PRIMO TEMPO – La Juve sfiora il vantaggio dopo appena tre minuti e mette in difficoltà la Lazio con Alex Sandro, abile a farsi trovare sempre pronto sulla fascia sinistra. La Lazio però tiene botta e viene fuori alla distanza. I biancocelesti sfruttano le crepe difensive dei bianconeri e perforano la retroguardia bianconera che si scioglie come neve al sole. Emblematica l’azione che ha portato al rigore poi trasformato da Immobile con la difesa bianconera fuori posizione. Ottima prova della Lazio che ha sfiorato il bis in almeno un paio di circostanze. Juve in balia dei laziali. Urgono provvedimenti.

45′ – Duplice fischio di Massa. Lazio in vantaggio per 1 a 0. Decide il rigore di Immobile.

44′ – Non ci sarà recupero.

41′ – Ammonizione per Lucas Leiva: il centrocampista ha steso nettamente Cuadrado che stava provando a ripartire.

39′ – Difesa della Juventus in bambola. La Lazio attacca e riparte e fa male ai bianconeri.

34′ – Tacco di Milinkovic-Savic, Basta tutto solo calcia addosso a Buffon. Sulla respinta arriva Lucas Leiva che calcia forte dal limite ma trova ancora un ottimo Buffon a respingere.

32′ – Gol della Lazio: imbucata di Milinkovic-Savic per Immobile che ha superato Buffon ma è stato steso dal portiere bianconero in area di rigore. Ammonizione e penalty: giuste le decisioni di Massa. Immobile dal dischetto non sbaglia.

29′ – Errore di Alex Sandro in fase di impostazione. Milinkovic-Savic ruba palla e calcia in porta ma non inquadra lo specchio.

28′ – Calcio d’angolo per la Lazio. Luis Alberto calcia direttamente in porta ma Buffon è attento e respinge con i pugni.

25′ – Sponda con il petto di Parolo per Immobile, l’attaccante non arriva sul pallone per l’ottima opposizione di Chiellini. Timide proteste laziali per la giocata difensiva del numero 3 bianconero ma Massa ha lasciato correre.

22′ – Traversone di Parolo, incomprensione tra Benatia e Buffon con il marocchino, tutto solo, che regala un angolo alla Lazio. Nulla di fatto dal corner.

18′ – Rovesciata di Milinkovic-Savic, proteste della Lazio per un presunto tocco di mani di Benatia ma la palla viene respinta prima dalla testa del marocchino e poi carambola sulla mano destra. Massa lascia correre.

17′ – Fase interlocutoria della partita. La Juventus tiene palla ma non trova sbocchi, la Lazio non riesce a ripartire.

11′ – Errore di Barzagli in disimpegno, la Lazio riparte e va alla conclusione con Luis Alberto ma l’ex Liverpool calcia alto.

5′ – Conclusione sporca di Higuain da fuori area, Strakosha devia in angolo. Nulla di fatto dal corner seguente.

3′ – Primo affondo della Juventus: lancio perfetto di Chiellini per Alex Sandro, cross rasoterra per Cuadrado che colpisce il palo in scivolata. Decisivo Strakosha che ha deviato il pallone. Dall’angolo seguente tiro di Dybala, nuova respinta del portiere laziale.

1′ – E’ iniziata la stagione del calcio italiano 2017/2018. E’ iniziata la gara di Supercoppa tra la Juventus e la Lazio.

Le squadre stanno per entrare in campo. E’ tutto pronto per il fischio d’inizio di JuventusLazio, finale di Supercoppa italiana.

Si avvicina il calcio d’inizio all’Olimpico di Roma, l’inizio di una nuova stagione calcistica molto attesa. La Juventus e la Lazio si sfideranno in finale per la conquista della Supercoppa italiana. Tra pochi minuti al via la diretta live con tutti gli aggiornamenti su Juventus-Lazio.

Diretta live dalle ore 20.45

Juventus-Lazio: formazioni ufficiali

Novità di formazione da ambo le parti. Massimiliano Allegri ha optato per il 4-2-3-1 ma ha scelto Andrea Barzagli nel ruolo di terzino destro e non Lichtsteiner. Panchina dunque per lo svizzero e per De Sciglio. In mezzo al campo Khedira e Pjanic. In avanti confermati i fantastici 4 dello scorso anno. Inzaghi ha scelto il 3-5-1-1 con Radu che ha vinto il ballottaggio in difesa con Hoedt e con Luis Alberto schierato dall’inizio. Prima volta dal 1′ minuto anche Lucas Leiva. In avanti Milinkovic-Savic a supporto di Immobile.

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Barzagli, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Lichtsteiner, De Sciglio, Marchisio, Douglas Costa, Asamoah, Rugani, Sturaro, Bentancur, Bernardeschi, Kean. Allenatore: Allegri.

LAZIO (3-5-1-1) – Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu; Basta, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Milinkovic-Savic; Immobile. A disp.: Vargic, Guerrieri, Hoedt, Luiz Felipe, Patric, Lukaku, Marusic, Di Gennaro, Murgia, Felipe Anderson, Palombi, Caicedo. Allenatore: Inzaghi

Juventus-Lazio: probabili formazioni e pre-partita

Beppe Marotta, ad della Juventus, ha parlato così a “Rai Sport” del mercato bianconero: «Keita? Non credo che incontreremo la Lazio in questa sede, noi non abbiamo nulla a che fare con questa situazione. Con il presidente Lotito abbiamo parlato di Keita a Milano ma la somma offerta dalla Juve non è stata ritenuta adeguata e forse potremo tornare a parlare, vedremo. Se arriverà un centrocampista importante? Sì».

Igli Tare, ds della Lazio, ha detto la sua sul caso Keita e sul futuro di de Vrij. Così il diesse a “Rai Sport“: «Noi pensiamo positivo, peggio non possiamo fare, possiamo solo migliorare. Pensiamo solo alla sfida di questa sera. Keita nei giorni scorsi ha espresso le sue sensazioni negative per questa partita, aveva delle perplessità e il mister ha preso la decisione che tutti conoscete. Presto sveleremo il futuro di Keita e de Vrij? Il presidente ha detto così, se lo ha detto lui…».

A pochi minuti dall’inizio della finale di Supercoppa Italiana tra Lazio e Juventus, Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di “Rai Sport“: «Vincere? Dobbiamo farlo, è il primo obiettivo di questa stagione. Non sarà una gara semplice, perché la Lazio ha giocato un ottimo precampionato ed ha fatto un’ottima preparazione. Noi, invece, siamo un po in ritardo di condizione. Temo la squadra di Inzaghi perché è forte e stiamo affrontando una partita secca. Dobbiamo fare il possibile per vincere. Bonucci? E’ stato importante per noi, così come Dani Alves e altri calciatori. Vogliamo giocare una stagione bella e affascinante ed arrivare a marzo in corsa per tutti gli obiettivi».

Queste le dichiarazioni di Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, prima del fischio d’inizio della finale di Supercoppa: «I ragazzi nuovi si sono inseriti bene – riporta “lazionews24.com” – oggi dobbiamo cercare di fare una partita coraggiosa. Tabù Juve? I numeri ci sono e sono chiari, non è solo un problema della Lazio ma di tutte le squadre che giocano contro la Juve. Abbiamo l’obbligo di cambiare questi numeri, ci siamo preparati bene e vogliamo onorare la finale nel migliore dei modi. Bonucci? E’ un grandissimo giocatore e lo ha dimostrato, ma il valore tecnico della Juve non si è indebolito. Sono sempre all’avanguardia ma troveremo una Juve che vuole il trofeo».

Giorgio Chiellini, difensore della Juve, ha parlato a “Rai Sport” a pochi minuti dall’inizio della sfida tra Juve e Lazio: «Condannati a vincere? Siamo abituati a tutto questo. Dobbiamo scrollarci di dosso la finale di Cardiff, dobbiamo vincere. Ci siamo preparati bene in questo mese, non vedevamo l’ora di cominciare. E’ la prima partita ufficiale e ci saranno delle difficoltà ma sono sicuro che ci faremo trovare pronti. Problemi in difesa? Lo dite voi, è stato un precampionato come gli altri. Bonucci? Ci abitueremo, questa sarà la prima di tante senza di lui. Dybala con la 10? Spero che battezzi la nuova maglia con una vittoria».

Marco Parolo, centrocampista della Lazio, ha parlato a “Lazio Style Channel” prima della gara contro la Juventus: «Vogliamo vincere e daremo il massimo. Abbiamo perso contro la Juve in finale di Coppa Italia e partiremo con il dente avvelenato. Abbiamo lavorato per centrare l’obiettivo, vogliamo affrontare questa finale nel migliore dei modi. Quest’oggi ci servirà coraggio, umiltà e grinta».

Dubbi in difesa per Max Allegri che potrebbe optare per Benatia al centro della difesa e per Lichtsteiner sulla corsia destra difensiva. Rimanendo a destra, ma passando alla trequarti, dovrebbe invece essere quasi certa la presenza di Juan Cuadrado, nonostante il fastidio muscolare patito in settimana nella marcia di avvicinamento al primo trofeo stagionale, ma occhio alle possibilità dell’ultima ora del neo-acquisto Douglas Costa. Panchina invece per Federico Bernardeschi, che potrebbe avere una chance a gara in corso. Decisamente più complessi da districare i dubbi di Inzaghi, che dovrà fare a meno di Keita Baldé in attacco per il ben noto caso scoppiato nelle ultime ore (leggi anche: Juventus-Lazio: Keita fuori dai convocati, lui non ci sta e replica). Al posto dell’attaccante senegalese dovrebbe comunque giocare lo spagnolo Luis Alberto come rifinitore insieme a Sergej Milinkovic-Savic nel 3-4-2-1 che il mister biancoceleste dovrebbe disegnare sul terreno di gioco dell’Olimpico. In difesa ballottaggio tra Stefan Radu e Wesley Hoedt

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disp.: SzczesnyPinsoglioDe Sciglio, Rugani, Barzagli, Asamoah, Sturaro, Bentancur, MarchisioDouglas Costa, Bernardeschi, Kean. Allenatore: Allegri.
LAZIO (3-4-2-1) – Strakosha; Wallace, De Vrij, Hoedt; Marusic, Parolo, Leiva, Lulic; Luis Alberto, Milinkovic-Savic; Immobile. A disp.: Vargic, Guerrieri, Radu, Luiz Felipe, Patric, Lukaku, Basta, Murgia, Di Gennaro, Caicedo, Felipe Anderson. Allenatore: Inzaghi

Le parole di Allegri alla vigilia del match: «La rabbia dopo la finale di Cardiff va usata per affrontare questa stagione. Dobbiamo essere consapevoli della nostra forza ma iniziare bene. Dobbiamo rimanere sereni, avere equilibrio e determinazione nel centrare gli obiettivi, ovvero arrivare a marzo con la Juventus che lotta su tutti e tre i fronti. Mi aspetto una gara complicata, la Lazio ha fatto un buon precampionato e ha giocatori di qualità. La forza della Juventus è quella di avere grande rispetto per tutti gli avversari e così anche domani sera. I giocatori arrivati quest’anno sono giovani, la società ha fatto un buon lavoro e ha dato continuità a un percorso importante. Ho ancora tre o quattro dubbi per la formazione titolare, di sicuro Buffon gioca così come Higuain e Dybala, poi gli altri vedremo. Anche Mandzukic gioca titolare».

Queste invece le parole di Buffon: «In questa squadra nessuno più di Dybala poteva ricevere la gratificazione di indossare la maglia numero dieci. Il passo per questa proposta è partito dalla società, penso che sia un segnale bello e responsabilizzante, ma un talento come lui può rappresentare degnamente questo numero. La mia ultima Supercoppa? Penso che sia un’altra sfida, per me è motivo di soddisfazione e allegria e in linea di massima ho vissuto quasi sempre cercando di estrapolare le cose positive, però devo dire che ho una strana euforia che forse è figlia di quel pizzico di follia che mi ha contraddistinto e portato fino a qua. Come non si può perdere sempre, non si può nemmeno vincere sempre. Noi abbiamo numeri giganteschi ma gli avversari si sono rinforzati, noi però siamo sempre noi e se lo dimostreremo in campo allora faremo bene».

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi prima della gara: «ome arriviamo a questa finale? La Lazio arriva bene. Abbiamo fatto un buonissimo precampionato, lavorando dal 4 Luglio per la Supercoppa. Abbiamo provato tanto e ci siamo preparati bene per domani. La Juventus è la squadra che ho affrontato di più? Con la Juve siamo sfortunati, è la migliore in Italia, dovremo fare una partita perfetta. In queste quattro partite in cui l’ho affrontata abbiamo fatto delle buone gare ma non perfette. In Coppa Italia abbiamo concesso due gol troppo facili, perdendo meritatamente. Cosa cambia con Keita? Abbiamo avuto un problema con Anderson. Stava facendo un’ottima preparazione, oggi proveremo a vedere se è disponibile. Lui vuole provare, si è dato disponibile, valuteremo in rifinitura. Marusic è pronto per giocare dall’inizio? E Leiva? Marusic ha dimostrato di esser pronto. E’ sveglio, sta imparando l’italiano. In finale ho qualche dubbio con Basta, meritano entrambi, è un dubbio che mi porterò fino a domani. Leiva è un leader, si inserito molto bene, ci darà soddisfazione».

Queste invece le dichiarazioni di Lulic: «Prima finale da capitano? Sono molto orgoglioso e sono contento di poter scendere domani in campo con la fascia da capitano, sperando di poter vincere questa coppa insieme ai miei compagni. Abbiamo fatto una preparazione lunga, abbiamo lavorato bene. Il nostro primo obiettivo è dare il massimo e portare questa coppa a casa. Se ho caricato i miei compagni? Ogni giocatore, se c’è possibilità di giocare una finale, non ha bisogno di essere caricato. Non devo caricare nessuno, domani è una finale. Sappiamo tutti quello che dobbiamo fare e come. Sappiamo che la Juve è sempre favorita, è difficile batterli. Noi ce la metteremo tutta, abbiamo giocatore forti e speriamo di riuscire a battere questa Juventus».

Juventus-Lazio: i precedenti del match

Juventus e Lazio si contenderanno la Supercoppa italiana per la terza volta nelle ultime 5 stagioni. La Juve ha sempre battuto la Lazio nelle ultime due occasioni. I biancocelesti però hanno battuto la Juve nella finale del 1998 quando fu Nedved a sconfiggere la formazione bianconera e a consegnare il trofeo alla Lazio. Quattro sono le Coppe alzate al cielo dalla Juve proprio contro la Lazio nelle ultime stagioni: oltre alle ultime due Supercoppe citate, il confronto si è ripetuto anche in Coppa Italia (2015 e 2017).

Juventus-Lazio: l’arbitro del match

Sarà il signor Davide Massa a dirigere l’incontro tra la Juventus e la Lazio. Il fischietto di Imperia sarò coadiuvato dagli assistenti Meli e Crispo, dal quarto uomo Fabbri e dagli addizionali d’area Irrati e Damato. Curiosamente Massa ha già diretto una sfida tra Juventus e Lazio nella passata stagione, quella della svolta per i bianconeri. La Juve decise di passare, proprio in quell’occasione, al 4-2-3-1 e vinse contro la Lazio per 2 a 0 con i gol di Dybala e Higuain.

Juventus-Lazio Streaming: dove vederla in tv

Qui di seguito le informazioni complete per vedere la partita: Juventus-Lazio Streaming gratis e diretta tv: come vederla. La finale di Supercoppa Italiana sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45, con ampio pre-partita, in chiaro sulle frequenze di Rai 1 (anche in HD): chiunque sia in possesso di un apparecchio televisivo potrà gratuitamente guardare la partita. Non è tutto però, perché Juve-Lazio potrà essere seguire in streaming su pc, tablet e smartphone, su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite il sito ufficiale raiplay.it e tramite l’app dedicata RaiPlay. Ricordiamo che, per chi non avesse a portata di mano una tv o un altro apparecchio elettronico di ultima generazione, la gara potrà essere seguite anche tramite le frequenze radiofoniche di Radio Rai. Ecco inoltre la lista dei siti aggiornati su cui è possibile vedere il calcio streaming: Diretta Streaming Calcio. Qui potete trovare tutte le informazioni sul sito di streaming calcio RojadirectaRojadirecta.