Juventus, Trapattoni: «Turnover? Conte sta facendo bene»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore bianconero ha preso le difese del tecnico salentino.

JUVENTUS CONTE TRAPATTONI – Dopo il pareggio in Europa League contro la Fiorentina sono scoppiate le polemiche per la scelta di Antonio Conte di puntare sul turnover, ma Giovanni Trapattoni ha preso le difese del tecnico della Juventus: «Il risultato conta più di tutto, viene prima di ogni altra cosa. E la Juve non può snobbare nulla. Non lo ha mai fatto e non lo farà mai. Conte sa come comportarsi, solo lui conosce bene la condizione dei suoi giocatori. Ha esperienza ed è un vincente, ha carisma e idee chiare. Ha le armi per decidere al meglio e al suo fianco c’è anche una società ben strutturata, che è abituata a competere su più fronti. Fa bene ad alternare i giocatori, è indispensabile per vincere lo scudetto e cercare di arrivare in fondo in Europa League. Conte ha creato un gruppo vincente e ben consolidato anche dal punto di vista psicologico, che sa di valere e di poter arrivare al traguardo, è l’atteggiamento giusto di chi cerca sempre di migliorarsi», ha dichiarato l’ex allenatore bianconero ai microfoni di “Tuttosport”.

TURNOVER – Trapattoni ha continuato a tessere le lodi di Conte e a difendere la scelta del turnover: «Dosavo le forze a seconda delle difficoltà, degli impegni, dei giocatori a disposizione. Ho seguito sempre una regola, che è anche vincente: prima di tutto raggiungo l’obiettivo primario o più vicino, poi posso far anche riposare qualcuno. Conte sta facendo bene, sta gestendo al meglio il gruppo. E nel calcio non hai la certezza di vincere solo perché schieri i migliori. Sono certo che Conte userà grande attenzione per preparare la partita contro il Genoa e quella contro la Fiorentina».

SUCCESSO – Infine, l’ex ct dell’Irlanda ha parlato degli obiettivi: «Lo scudetto non è ancora un capitolo chiuso, anche se il vantaggio in classifica è grande. Non si può sottovalutare nulla e nessuno. Conte non può certo permettersi di rischiare di mettere in discussione lo scudetto, siamo solo a marzo. Provo grande ammirazione per un gruppo che si sta avviando a conquistare un risultato storico in Italia. Spero che Antonio possa vincere anche l’Europa League».