La voglia di Karsdorp: «Alla Roma per vincere»

karsdorp feyenoord
© foto www.imagephotoagency.it

Arrivato a Roma in estate, Rick Karsdorp deve riprendersi da un infortunio ma pensa già a vincere: le ultime e le dichiarazioni

Rick Karsdorp ha firmato per la Roma quest’estate e si è già messo alla prova negli USA, anche se non è ancora sceso in campo per dei guai fisici. Il terzino olandese ha parlato al canale ufficiale della Roma e ha risposto alle domande dei fan: «Voglio giocare più partite possibile con la Roma. Amavo giocare nel Feyenoord per via dei tifosi. Voglio fare lo stesso qui. La società mi ha dimostrato la sua fiducia e voglio ripagare tutti quelli che hanno creduto in me. Voglio anche vincere dei trofei. L’ho già fatto al Feyenoord, quindi perché non qui?». Come detto, sta guarendo da un infortunio, e a proposito del suo stop ha aggiunto: «L’operazione è andata bene, mi alleno due volte al giorno e ho iniziato a riassaggiare il campo. Le cose migliorano a vista d’occhio e posso tornare prima del previsto. Non posso dare una data precisa perché non voglio forzare, dato che si è trattato di un’operazione al menisco. Spero di tornare in gruppo per la prima di campionato».

Un consiglio per Karsdorp: «Strootman mi ha detto…»

Karsdorp ha poi continuato: «Lasciare il Feyenoord per me non è stata una decisione facile, giocavo lì da quando avevo otto anni. Mi hanno sempre mostrato fiducia e non è stato semplice dire addio. Strootman l’ho sentito per un parere, mi ha detto che non voleva lasciare la Roma e che amava il club. Mi ha detto che Roma è bellissima per viverci e io avevo bisogno di questa nuova sfida per la mia carriera, alla fine mi sono fatto convincere». Infine ha parlato di sé e delle sue caratteristiche, oltre che del suo impatto con la società: «Di solito sono molto critico con me stesso, però posso sire che sono piuttosto veloce. Più che altro mi focalizzo sui punti in cui posso migliorare. Alla Roma è tutto organizzato alla perfezione, è una grande squadra e una grande società. Credo che si possano paragonale la tifoseria della Roma e quella del Feyenoord in termini di passione».