Lazio, il preparatore: «In 2-3 settimane il corpo si riadatta»

Lazio Pancaro
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Ripert, preparatore della Lazio, è intervenuto al Corriere dello Sport per analizzare questa fase e come può essere gestita dai calciatori

Fabio Ripert, preparatore della Lazio, è intervenuto al Corriere dello Sport per analizzare questa fase e come può essere gestita dai calciatori. Ecco le sue parole e come stanno affrontando il tutto gli atleti biancocelesti:

«La squadra si è allenata dall’1 al 7 marzo, poi sono stati disposti allenamenti casalinghi. Il tono muscolare non si perde, si può mantenere a buon livello. Si può perdere l’accelerazione e l’elasticità nei cambi. Abbiamo distribuito delle schede di lavoro. Per chi era reduce da infortunio sono previsti lavori individuali. Si può lavorare anche la sera. Si può effettuare un lavoro di mantenimento. In 2-3 settimane il corpo riesce a riadattarsi, in 4-5 si possono raggiungere buoni livelli di preparazione».