Lazio, parte il dopo-Keita: si studia Sansone

sansone sassuolo
© foto www.imagephotoagency.it

Pare certo l’addio di Keita, la Lazio pensa al suo sostituto: Sansone è in pole, ma si studiano anche altre operazioni

Le lamentele aperte di Simone Inzaghi in quel di Auronzo di Cadore – «Siamo indietro rispetto alle nostre concorrenti, al momento non siamo da primi posti» – sono un avviso ai naviganti. Il tecnico della Lazio ha capito che la formazione attuale non può certo affrontare un doppio impegno – l’Europa League sarà importante oltre la Serie A – e sperare di reggere il confronto con la passata stagione, quando la Lazio strappò il pass europeo dopo un’ottima annata (quinti in campionato, finale di Coppa Italia). Ci vuole qualcosa per ripartire, specie se come sembra Keita dirà addio alla Lazio. Se il senegalese dovesse partire (l’Inte rimane in pole), “La Gazzetta dello Sport” rivela il nome del possibile sostituto: Nicola Sansone. L’ex Sassuolo ha lasciato l’Italia la scorsa estate, ma il suo desiderio è tornare in Serie A dopo una sola stagione al Villarreal, seppur il giocatore si trovi bene in Spagna. Il problema è la cifra chiesta dal club iberico: 15-20 milioni di euro. Se si riuscisse a limare la cifra, tutto diventerebbe più facile.

ALTRE OPERAZIONI – Non bastano Marusic, Lucas Leiva e Di Gennaro per dire che la Lazio si stia muovendo adeguatamente per rinforzarsi. In fondo, la Supercoppa non è lontana e i biancocelesti hanno bisogno di rinforzi ulteriori. E allora si guarda anche al vice-Immobile, che potrebbe essere Felipe Caicedo dell’Espanyol: l’ecuadoregno costerebbe 3-4 milioni di euro e l’operazione sembra ben avviata. L’unico dubbio riguarda il suo status da comunitario, sul quale non c’è ancora la piena sicurezza da parte della Lazio; lo stesso discorso vale per Martin Caceres, altro profilo visionato dalla Lazio. Se la società biancoceleste riuscisse a cedere diversi extracomunitari – Perea, Mauricio, Djordjevic -, allora se ne potrebbe parlare. Ci sarà anche un nuovo portiere ad affiancare Strakosha: dopo l’addio di Marchetti, Karnezis e Consigli sono i candidati per un’operazione urgente dopo l’infortunio dell’albanese.