Connettiti con noi

Hanno Detto

Maradona, l’investigatore del Napoli: «Regalò il suo orologio a una donna bisognosa»

Pubblicato

su

Uno degli investigatori ingaggiati all’epoca dal Napoli, racconta un aneddoto su Diego Armando Maradona

Antonino Restino, attuale presidente dell’Az-Investigation che fu ingaggiato dal Napoli come investigatore per seguire Maradona, a La Gazzetta dello Sport ha raccontato alcuni aneddoti sulla leggenda argentina. 

ANEDDOTI – «La mia agenzia aveva un compito investigativo assegnato dal Napoli. Durò due anni, nel 1988 e nel 1989. All’incarico lavoravamo in 15. Soltanto nel marzo dell’anno scorso ho parlato di questa storia, la storia di una delle persone che ha conosciuto di più Maradona. Ogni volta tutti vogliono sapere della droga, della camorra, ma la droga non gliela portavano i camorristi. Quella foto con i Giuliano è esistita, certo, fa parte della storia. Ma Maradona era molto, molto altro. Era uno che fermava l’auto, scendeva e giocava a pallone con dei ragazzini. Un giorno, a Mergellina, una donna riuscì a incontrarlo in un ristorante grazie a un amico cameriere: gli raccontò del suo disagio, della sua condizione economica, dei suoi drammi familiari. Diego si tolse un orologio di grande valore e disse: “Prendilo, fattelo valutare bene”».

GUARDA QUI TUTTI I VIDEO SU MARADONA