Milan, altro ex in politica: si candida pure Ronaldinho

ronaldinho barcellona
© foto www.imagephotoagency.it

Un altro grande ex rossonero ha deciso di candidarsi per il proprio Paese: stavolta tocca a Ronaldinho

Ormai non può più essere un caso: Silvio Berlusconi deve aver trasmesso ai suoi giocatori una certa passione per la vita politica. Non si spiega altrimenti l’ennesima candidatura rossonera, questa volta in Brasile, ad opera dell’ex Pallone d’Oro Ronaldinho. Il fantasista verdeoro ha deciso di tesserarsi per il Partito Repubblicano brasiliano, di cui tra l’altro faceva già parte il fratello maggiore Assis.

Ronaldinho, come riportato dall’Ansa, ha commentato: «Sono felice di far parte di un progetto che guarda a un miglioramento del nostro Paese e che punta a portare modernità, allegria e salute per il popolo brasiliano». Come detto Dinho non è l’unico ex milanista ad essersi impegnato in politica. Basti pensare a George Weah, eletto qualche mese fa presidente della Liberia, o a Kakhaber Kaladze, sindaco di Tbilisi, e ad Andriy Shevchenko, che in Ucraina non ha avuto altrettanta fortuna. Come se la caverà Ronaldinho?